PRISMA – Anno IX – Numero 299 – 9 giugno 2018

 

 

PUBBLICATO DA LES FLANEURS EDIZIONI IL VOLUME “I PERSI. ANTOLOGIA DI ARTISTI VARI”, A CURA DI DANIELA COCOCCIA. ECCO LA PREMESSA

Capita a tutti di perdersi. Per mille motivi e con mille esiti diversi. L’importante è trovare poi la forza di reagire e ragionare, risalire e rinascere. Non è facile, non è automatico. Anzi.
La parabola dell’essere umano contemporaneo è fatta di delusioni, smarrimenti, incertezze. Anche quando hai raggiunto un obiettivo importante, dietro l’anima si affaccia un nemico sottilmente invisibile, quella perdita di equilibrio e di soddisfazione che ti fa dubitare del tuo stesso nome, della tua stessa famiglia.
Perdersi per ritrovarsi è la grande fatica di oggi, la croce alla quale il destino o il caso o Dio ci lasciano appesi, senza capire più chi siamo e dove stiamo andando. Senza più una radice alla quale aggrapparsi con fiducia in quel domani che si avvicina.
Il dialogo fra le arti ci aiuta a percepire almeno qualche frammento dell’estrema complessità della vita di oggi. E questo libro originale, sfidante e composito si propone come una bussola o un faro nella tempesta più nera: con la forza della fragilità, parla di una esperienza universale, toccando il cuore dell’avventura umana.

SUL BLOG “CURIOSITA’DISNEY” DI DILETTA LABELLA, PUBBLICATA UNA INTERVISTA ESCLUSIVA AL DISEGNATORE MARK HENN (NELLA FOTO, A SINISTRA, CON JOHN CANEMAKER). ECCO IL LINK:

http://www.curiositadisney.it/la-leggenda-della-disney-mark-henn-a-firenze-per-un-workshop-sullanimazione/

SALVATORE BUCCAFUSCA, “UNA MASCHERA PER VIVERE (DI Anna Rizzello)
Non so quanto di autobiografico ci sia in “Una maschera per vivere”, un romanzo lineare, ameno, gradevole allo spirito e all’occhio. Si dice, infatti, “anche l’occhio vuole la sua parte “ e in questo caso è vero, dato che la struttura e la veste grafica di questo libro, edito da “Serena”, rivela professionalità e attenzione per i particolari.
Il tutto armonico del libro prende il lettore sin dall’inizio, non solo per la piacevole leggerezza della storia, ma anche per lo stile unico, dove lo scrittore è riconoscibile!
Salvatore Buccafusca con il suo libro valorizza lo scrivere, ci mette di fronte a scene chiare ben descritte, rendendoci partecipi di sensazioni e sentimenti, entusiasmi e amori, paure e drammi. Fraseggiando con naturalezza esalta valori umani e sociali, suscita la gioia nel leggere e la voglia di andare avanti velocemente per sapere se le storie finiscono come vogliamo noi.
È un libro dove traspare la sensibilità per i sentimenti, per il rispetto delle persone e per la profonda umanità che garantisce il romanzo degno di essere letto! ….. Ci lascia pieni!
E questo non è poco!

FRANCESCA FAIELLA, “IL QUARTIERE LINEARE” (DI Anna Rizzello)
La ormai ben nota Francesca Faiella (presidente dell’Ass. Culturale Alta Marea) scrittrice di parecchi libri tra romanzi e storie del quartiere, si occupa di eventi culturali, di storia di Roma e del territorio del X Municipio.
Il libro ”Il Quartiere Lineare” affronta un viaggio nella storia e nell’evoluzione del quartiere lidense nel secolo scorso.
Con dovizia di particolari e dettagli non comuni, Francesca trasmette l’amore per la conoscenza dei luoghi di cui lei scrive. Infatti, nel leggere il libro, si rimane estasiati nel visualizzare ciò che viene descritto.
Il modo di raccontare di Francesca Faiella non è un elenco di luoghi, strade e piazze! È un vero arricchimento culturale, dovuto anche agli aneddoti, alle curiosità e particolarità storiche suggestive, poco conosciute e, altresì, estremamente interessanti che la scrittrice inserisce con una agilità stilistica apprezzabile.
Ecco perché la lettura di questo libro scorre agevolmente e stimola il lettore ad approfondire le proprie conoscenze godendo di una piacevole lettura.
E questo non è poco!

“AMA” (DAL BLOG DI PAOLA BUCCHERI, “BLU COBALTO”)
http://blucob.blogspot.com/

TORNANO ELSA ED ANNA IN DVD
Le avventure di Olaf arrivano in dvd
Di Nunziante Valoroso

E’ di questi giorni la pubblicazione in dvd (purtroppo la Disney Home Video è da qualche tempo piuttosto allergica alle uscite in blu ray, ridotte al minimo) del cortometraggio Olaf’s Frozen Adventure (Frozen – le avventure di Olaf), che ha debuttato lo scorso dicembre, prima in TV, sulla Rai e su Disney Channel e, in seguito, nelle sale, abbinato al nuovo film Pixar Coco. Diretto da Kevin Deters e Stevie Wermers (e ci piace far notare che un valente artista italiano, Alessandro Jacomini, è stato il direttore della fotografia ed è responsabile dei magnifici effetti di luce del corto) Le avventure di Olaf è una fiaba musicale natalizia che si inserisce perfettamente nel contesto delle tante storie a fumetti realizzate nel corso degli anni come “Storie di Natale” coi personaggi dei lungometraggi disneyani, destinate alle strisce quotidiane dei giornali americani (da noi erano pubblicate su “Topolino”). In questo caso però abbiamo il valore aggiunto della animazione, delle voci e delle musiche (le canzoni originali sono, stavolta, di Elyssa Samsel e Kate Anderson, le musiche di Christophe Beck e Jeff Morrow). La trama è semplice.
Dopo gli avvenimenti narrati in Frozen: il regno di ghiaccio, è il primo Natale ad Arendelle. Anna ed Elsa si accorgono di non avere delle tradizioni natalizie consolidate, dato che sono state tenute separate per tanti anni. Olaf, insieme alla renna Sven, si mette allora in viaggio per il regno, alla ricerca di tradizioni natalizie da condividere con le sue amiche. Dopo alcune disavventure, tutto finirà bene ed anche il regno di Arendelle avrà il suo Natale. Accolto in patria da pareri contrastanti (22 minuti di animazione musicale hanno annoiato molti spettatori, soprattutto se abbinati ad un film di 105 minuti come Coco), Le avventure di Olaf merita senz’altro una riscoperta in dvd, in attesa del seguito di Frozen annunciato per il prossimo Natale. Il doppiaggio italiano, con le stesse voci del lungometraggio e cioè Serena Autieri (Elsa), Serena Rossi (Anna), Enrico Brignano (Olaf) e Paolo de Santis (Kristoff) è molto ben fatto (i dialoghi sono di Fiamma Izzo, i testi delle canzoni di Lorena Brancucci) e le canzoni sono belle. Il dvd ha una buona qualità video e audio e contiene anche il precedente corto con Anna ed Elsa, Frozen Fever che, tre anni fa, fu abbinato alla versione live action di Cenerentola che ottenne, soprattutto da noi, un successo strepitoso. Godiamoci dunque questo ennesimo tassello del fenomeno virale Frozen che, anche dopo cinque anni dall’uscita del film non accenna a cali di popolarità (mentre scriviamo è in scena a Broadway il musical tratto dal film che sta ottenendo un vero trionfo) e che potrebbe, senza dubbio, essere valorizzato meglio, soprattutto dalla Panini Comics che, incredibile a dirsi, è stata l’unica licenziataria Disney ad aver sottovalutato le potenzialità fumettistiche di Anna ed Elsa (la graphic novel del film non fu pubblicata sulle pagine di “Topolino” e al film non fu neanche dedicata la copertina) e potrebbe benissimo ospitarne qualche storia a fumetti sul settimanale, che soffre di una eccessiva limitatezza di contenuti, troppo spesso limitati semplicemente a topi e paperi.

PER DONAZIONI E CONTRIBUTI ALL’ASSOCIAZIONE C. RIVA:
Codice Iban: IT 10 N 08327 03231 000000006461
http://www.youtube.com/user/assclementeriva (a cura di Alessandro Flego)
PRISMA. Di Gianni Maritati. Con Ruggero Pianigiani
#PrismaNewsletter (PER RICEVERE LA NEWSLETTER, MANDARE UNA MAIL A: G.MARITATI@TISCALI.IT)

Annunci