LA MORTE DI ANTONIO E CLEOPATRA”, IL ROMANZO

DI TIZIANA FASOLI FRA STORIA E THRILLER

di Gianni Maritati

Spesso la letteratura s’incarica di fare luce su fatti storici di cui sappiamo poco, specie nei loro risvolti psicologici e morali. Tiziana Fasoli, che alterna la professione di insegnante di scuola elementare con l’amore per la scrittura, per il suo esordio letterario ha scelto l’Antico Egitto nel momento in cui, durante il primo secolo avanti Cristo, il regno millenario dei Faraoni e dei Tolomei diventa una semplice provincia dell’Impero Romano: “La morte di Antonio e Cleopatra” (BookRoad).

La conquista di Ottaviano, proiettato verso il ruolo di primo imperatore di Roma, lascia aperta laLA MORTE DI ANTONIO E CLEOPATRA (COP) domanda sulla fine dei figli di Cleopatra, l’ultima regina egiziana: non solo Cesarione (avuto da Cesare) ma anche i gemelli Cleopatra Selene ed Helios e il piccolo Tolomeo (avuti da Marco Antonio). E poi lei si è veramente uccisa con il morso di un aspide? Dov’è sepolta la famosa regina insieme a Marco Antonio? I quattro eredi della dinastia tolemaica, insediatasi secoli prima grazie ai trionfi di Alessandro Magno, fuggono accompagnati da pochi amici fedeli, affrontando pericoli e incognite di ogni genere… Raccontata con l’artificio di una lunga lettera di Cleopatra Selene indirizzata a un “caro bibliofilo”, inizia così una lunga caccia all’uomo. L’autrice, forte di una conoscenza profonda dell’antica civiltà egizia, ci accompagna in questo viaggio narrativo che mescola storia e fantasia, thriller e sentimento. Un viaggio appassionante, ben scritto e ben ritmato, fino alla rivelazione finale.

VINILE: LE VENDITE SUPERANO QUELLE DEL CD DOPO TRENT’ANNI

Nei primi tre mesi del 2021, secondo i dati Deloitte per FIMI, il vinile è tornato a superare il CD in Italia per la prima volta dal 1991. Nel primo trimestre, infatti, il vinile è cresciuto del 121% rispetto allo stesso periodo del 2020 generando maggiori ricavi rispetto al CD, che segna invece un calo del 6%. In un mercato dominato dallo streaming, che copre ormai circa l’80% del fatturato italiano, il vinile rappresenta oggi l’11% di tutte le vendite di musica nel Paese. Complessivamente nel primo trimestre il mercato italiano è cresciuto del 18,8%, in cui ancora forte è l’evidente affermazione dei ricavi da abbonamenti ai servizi streaming, saliti del 37%. Per ulteriori informazioni consultare il sito http://www.fimi.it (C.S.)

VINILI

 

ROMA DALL’ALTO”, BEL VOLUME FOTOGRAFICO DELLA JACA BOOK

Roma attraverso le riprese dall’alto si rende straordinariamente evidente nelle sue varie fasi storiche e nella complessità del suo tessuto architettonico e monumentale. Guidati dagli autori ROMA DALL'ALTO (COP)del presente volume, tra gli specialisti più accreditati dei singoli aspetti, e da una campagna fotografica «a volo d’uccello», i lettori hanno accesso a un vero e proprio «atlante», attraverso cui comprendere la storia urbana di Roma, la trasformazione del tessuto viario e la «crescita» del suo patrimonio monumentale. Dalla Roma antica con i Fori, le terme e le mura, a quella del primo cristianesimo, dalle grandi basiliche costantiniane e dai mausolei alla Roma medievale, segreta, ma non meno rilevante delle precedenti, e ancora il periodo rinascimentale, con Roma centro dell’arte europea, la scena barocca, fino ad arrivare, tra Ottocento e Novecento, a Roma capitale. Una complessità unica, che si traduce nell’inestricabile compresenza di testimonianze antiche, medievali, moderne, recuperate da operazioni di restauro o scavo, sia di una nuova progettazione, intensificatasi dopo l’Unità. E grazie alla fotografia aerea è possibile ammirare all’interno del centro storico vere e proprie «isole» antiche come il Pantheon o il Colosseo, inserite in una trama urbanistica rinascimentale-barocca, con riprese del perimetro antico come piazza Navona e modificazioni più o meno recenti, come via dei Fori Imperiali o via della Conciliazione. Un’infinita ricchezza che dispiega la città all’occhio curioso di chi la scruta dall’osservatorio privilegiato e irripetibile di un elicottero. Autori: Alberta Campitelli, Roberto Cassanelli, Massimiliano David, Vittorio Franchetti Pardo, Christoph Luitpold Frommel, Paolo Liverani, Gilles Sauron, Gehrard Wiedmann. (C.S.)

UNA PROPOSTA PER BAMBINI: MARIANNA COPPO, “LUCIO”, EMME EDIZIONI

Lucio è la lampadina che vive nello sgabuzzino in fondo al corridoio. Le sue giornate sono piuttosto noiose. Passa la maggior parte del tempo al buio, senza che accada nulla. Un giorno, però, la vita di Lucio viene messa sottosopra. Sarà l’occasione di vedere le cose sotto una nuova luce? Un libro divertente e poetico sulle avventure di una lampadina alla scoperta del mondo! (C. S.)

LUCIO (COP)

LE RECENSIONI DI ANNA RIZZELLO:

UNA FIGLIA DI TROPPO” DI GIOVANNA NOBILE

Come “le onde del mare che, pur infrangendosi contro gli scogli, trovano la forza per ricominciare”, così la protagonista di questo romanzo, nonostante il suo amaro destino, trova la propria forza nell’Amore e nel Perdono. “Una figlia di troppo” di Giovanna Nobile è un libro dallo stile semplice ma efficace, ricco di particolari interessanti che impreziosiscono i contenuti. L’autrice ci immerge in forti emozioni e con la sua fantasia costruisce il mondo reale della protagonista del suo romanzo. La storia di una donna che, per difficoltà economiche dei genitoriUNA FIGLIA DI TROPPO (COP) è venduta all’età di quattro anni ad una coppia che non aveva figli e che, malgrado i propri sforzi, non è mai riuscita a colmare “il suo vuoto interiore”. L’abbandono e la delusione, cause di angoscia e solitudine, hanno provocato in lei una continua voglia di sovvertire le regole imposte e una ferita profonda che ha bruciato, giorno dopo giorno, la sua sicurezza. La protagonista ci accompagna, in un’abissale tragedia, nelle sue catastrofi e nelle sue esperienze negative, ma anche nelle sue ribellioni e debolezze, nelle sue cadute nelle trappole, nelle ansie e nei dubbi. Caduta nella morsa, “nel fondo della bassezza umana”, oltraggiata per anni e resa incapace di reagire, soccombe in situazioni terribili. Dopo vari tentativi, la sua forza interiore esplode unita al coraggio di sperare ancora e di credere. Dal baratro della nullità con un turbinio di sentimenti, la protagonista esce dal vuoto della solitudine che l’aveva lacerata interiormente e attraverso il grande amore per i suoi figli e i suoi nipoti trova la forza del perdono e della serenità.

LA FIAMMA SPEZZATA”, L’ESORDIO DI GIOVANNI TARANTO

La fiamma spezzata di Giovanni Taranto (Avagliano, 2021) sembra svolgersi sotto l’auspicio di molteplici stelle: dal giallo classico, anglosassone, pensato come struttura chiusa – come un ‘buco’ da ricomporre – al fortunato filone di scrittori italiani, variamente incardinati, in realtà riconoscibili (De Giovanni a Napoli, Camilleri in Sicilia, Manzini fra Roma e Aosta etc). A questi modelli, assunti sul piano linguistico-strutturale, fa da contraltare il richiamo a Leonardo Sciascia, al mascheramento dei nomi in ottica politica. Come l’autore di Racalmuto, Taranto sceglie di fare AVAGLIANO cover_fiamma_300del romanzo (anche) un apologo sul potere, alternando località riconoscibili a paesi immaginari – mai nominati o, appunto, non determinabili con sicurezza. La ragione è presto chiara, e si situa nell’allaccio fra thriller e indagine; giornalista di lungo corso, specializzato in cronaca nera e giudiziaria, l’autore denuncia a piene mani un clima di corruzione, in cui è l’impasto malavitoso a disporre i fili. Al centro, una brutta storia di Camorra, con un suicidio archiviato e vari gradi di complicità. La scelta – manichea ma non banale – di sceverare l’ordine dal ‘disordine’ risponde a sua volta a uno schema ben preciso: da un lato c’è il male, sorta di amalgama invisibile, dall’altra il bene riconoscibile, incarnato – non a caso – da un tutore ‘straniero’. Il capitano Giulio Mariani, «romano de Roma», osserva di sbieco le storture del sistema: depistaggi, omissis, sodalizi indecifrabili. È lui l’uomo-cardine, lievemente donchisciottesco come i detective sciasciani ma tenace, solido, in grado di permeare le vischiosità. Alla sua tempra faceta – splendido esempio di umanità dietro il ‘simbolo’ – sono dedicate le pagine più gustose dell’opera, tra fatti privati, quotidianità lavorativa e beghe tragicomiche. E poi c’è l’impianto, la forma particolare che il giallo assume: alla frammentarietà classica, in cui i pezzi vanno a posto grazie al lavorio degli investigatori, Taranto affianca uno schema a montaggio, costruito per giustapposizione: i fatti viaggiano in parallelo – gli uni accanto agli altri –, il lettore indovina una soluzione, sovente la trova, salvo poi tornare indietro, seguire nuove deviazioni. È un mosaico imperfetto, indicibile, come opaca è la vita, la destrutturazione della realtà operata dalla morte.

Ginevra Amadio

I SOCI DELLA CLEMENTE RIVA

Ruggero Pianigiani (vice-presidente), Anna Rizzello, Susy Giammarco, Sergio Ronci, Paola Mancurti, Germana Linguerri, Letizia De Rosa, Marco Malgioglio, Francesca Faiella, Alessandro Flego, Cristiano Lollobrigida, Manuela Perfetti, Elisa Palchetti, Salvatore Dattolo, Agostino D’Antoni, Francesco Graziani, Francesca Gravante, Giusi Badalotti, Daniela Cococcia, Franca Bernardi, Tiziana Di Bartolomeo, Matteo Mancioppi, Francesco Lavorgna, Pierluigi Califano, Giovanni Mustazzolu, Carla Catano, Gianni Maritati.

Soci onorari: Anna Iozzino, Daniela Solarino.

PRISMA. Di Gianni Maritati. Con Ruggero Pianigiani

PER RICEVERE LA NEWSLETTER, MANDARE UNA MAIL A: G.MARITATI@TISCALI.IT

PRISMA (LOGO UFFICIALE)

Blog personale su Facebook: https://www.facebook.com/OstiAnimazione-113783449994695/

ASSOCIAZIONE CULTURALE CLEMENTE RIVA:

Codice Iban: IT 10 N 08327 03231 000000006461

LIBRO RIVA ALLA FESTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...