LA CARITA’ INTELLETTUALE, NOSTRA “MISSION”

“Per carità intellettuale si intende una forza, una capacità che esercita con metodo e rigorosità critica alcune funzioni e compiti, in particolare le seguenti: la comprensione e la conoscenza approfondita di situazioni, la riflessione e la valutazione di ogni aspetto e prospettiva, il dialogo sincero e aperto, l’illuminazine e la chiarificazione di condizioni e di aspetti della vita e della realtà, lo stimolo sollecitatore a superare inerzie e pigrizie, il coordinamento di iniziative e di opere diverse. Il tutto con una finalità, che è quella di influire e di incidere beneficamente nell’opera di promozione umana e di crescita dei valori sociali, spirituali e morali”.

CLEMENTE RIVA, “RESPONSABILITA’ DEI CRISTIANI”, LIBRERIA EDITRICE LEONIANA, 1975

LA PROSSIMA FESTA DEL LIBRO E DELLA LETTURA DI OSTIA
SI TERRA’ IL 23 E 24 NOVEMBRE 2019. GIA’ 8 GLI ISCRITTI:

EMANUELE GRILLI, VINICIO SALVATORE DI CRESCENZO,
PAOLA BUCCHERI, MARCO CIAMBRA, LILIANA MANETTI,
LIBORIA GAROFALO, VALERIO PAGANO
E FRANCESCO TEDONE

ECCO IL MODULO DI PARTECIPAZIONE !!!!

 

“DATEMI UNA X” (COMUNICATO STAMPA)

L’Associazione culturale no-profit Clemente Riva di Ostia lancia la Campagna denominata “Datemi una X”. X sta per Decimo Municipio di Roma. L’obiettivo è aprire un nuovo Centro culturale con libri che parlano del territorio in tutti i suoi aspetti (storici, artistici, sociali e culturali) e con libri di autori che vivono sul territorio. Gestito dai volontari dell’Associazione, il Centro culturale X sarà aperto a tutti e potrà offrire in consultazione – gratuitamente – anche foto, opere d’arte, cartoline, documenti, dvd, mappe e tutto ciò che, oltre ai libri, racconta, valorizza e promuove questo bellissimo Municipio: insomma, un vero e proprio centro studi.
Naturalmente il Centro potrà ospitare mostre, incontri, convegni, presentazioni di libri, esibizioni musicali, proiezioni video, dibattiti, corsi di formazione e approfondimento. Ci appelliamo ad un mecenate (pubblico o privato) che metta a disposizione un locale su strada ad affitto zero o ad un prezzo simbolico. Da parte sua la “Clemente Riva” potrà “ricambiare” il benefattore dando il giusto risalto alle sue attività (commerciali o istituzionali) con tutti i mezzi di stampa e diffusione di cui dispone. Per idee, suggerimenti e proposte: assclementeriva@gmail.com. Grazie!

LE RECENSIONI DI ANNA RIZZELLO

1. IL GUERRIERO AB URBE CONDITA
Francesco Sagone apre il libro “Il Guerriero Ab Urbe Condita“ lodando il suo professore Oddone. Lo ricorda perché ha saputo trasmettergli i più alti valori utili sia al raggiungimento dei suoi obiettivi culturali, che favorirlo nell’inserimento del mondo del lavoro. Bella idea quella di raccontare con minuzia di particolari la propria adolescenza durante gli stupendi anni del Liceo Classico! Il modo di scrivere dell’autore è scorrevole e preciso e, avendo risvolti comici ma anche erotici e passionali, che rendono il racconto attraente e piacevole, porta il lettore a sentirsi rovinosamente fulminato da un contenuto che non dimenticherà mai… Le pagine scritte con accuratezza, qualità stilistiche e con forte pulsione erotica raccontano i primi incontri del protagonista con le ragazze. Sono pagine che nel leggerle ci fanno sentire giovani con le emozioni, la vitalità, l’Amore che caratterizzano l’adolescenza. Con sconvolgente tensione emotiva Francesco Sagone riesce ad analizzare le situazioni, ad intervenire con correttezza nelle situazioni dimostrando coraggio, bontà d’animo e rispetto. La presenza di suo padre e della famiglia di cui parla nel romanzo, sono un valore aggiunto e contribuiscono a fare di Francesco Sagone un uomo intelligente e sensibile, capace di raccontare l’Amore sublimato dall’intimo del proprio essere integro e irreprensibile!

2. VERNICE DAMAR
“Vernice Damar”… non ci sarebbe stato titolo più adatto a questa silloge di Vinicio Salvatore Di Crescenzo: lucidare molto bene i propri versi con parole lucenti e luminose, che sorprendono per la forte sensibilità che trasmettono, è la caratteristica dominante dell’autore. Un poeta veramente bravo Vinicio! Fa vibrare l’animo del lettore, lo porta a sentire ciò che sente lui, a suonare le stesse corde del cuore e meravigliarsi con lo stesso stupore tanto da coinvolgerlo con leggerezza nelle osservazioni e riflessioni della natura multicolore e “lucida” come se fosse spennellata di damar. Gli aggettivi ricercati illuminano i sostantivi (scaturiti dai respiri che pulsano di passione per le identità del passato) e risultano spontanei, ma se analizzati con cura, sembrano lucidati ad arte! Per non parlare, poi, delle poesie di amori finiti, avvolti nel buio del tempo e della delusione, o di amori iniziati dove l’armonia dei sentimenti germoglia ed esplode prepotente in tutta la sua bellezza! Meravigliose anche le poesie degli affetti, che misti agli odori, ai colori, ai sapori in un tripudio di arditi silenzi che percepiscono audaci verità e ardenti emozioni, connotano questo libro di caratteristiche uniche ed apprezzabili appartenenti a Vinicio soltanto! Il tutto rende questo libro piacevole da leggere e da amare!

3. VITE PARALLELE
Melina Mignemi, prestigiosamente pluripremiata, apre il suo libro “Vite Parallele” con una poesia dedicata a sua madre, per la quale prova un amore talmente grande che preferisce non parlarne, ma custodirlo nel suo cuore. L’autrice racconta una storia di una madre e di una figlia che affannosamente si cercano, affronta la grande tematica dell’adozione e dell’abbandono e la analizza dal punto di vista psicologico, morale, affettivo e legale. Come è possibile abbandonare un essere umano? La ruota di un convento di suore, gli aborti clandestini, la legalizzazione dell’aborto … in tutto questo la scrittrice sostiene la necessità di andare oltre l’intimidazione, l’ipocrisia e la vergogna, i pregiudizi e gli scandali al fine di rispettare la persona e preservarla da sofferenze e sensi di colpa! Nelle due donne del racconto c’è un forte desiderio di ritrovarsi. “Due vite vissute separatamente in maniera parallela” hanno avuto come scopo il grande amore, l’Unico, il solo, che ha saputo unire le persone che il “disonore” aveva separato!

PER DONAZIONI E CONTRIBUTI ALL’ASSOCIAZIONE C. RIVA:
Codice Iban: IT 10 N 08327 03231 000000006461

http://www.youtube.com/user/assclementeriva (a cura di Alessandro Flego)
Media manager: Michele Porcaro

PRISMA. Di Gianni Maritati. Con Ruggero Pianigiani
PER RICEVERE LA NEWSLETTER, MANDARE UNA MAIL A: G.MARITATI@TISCALI.IT

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...