2010-2015: UN BILANCIO, E LA VOGLIA

DI CONTINUARE A SERVIRE LA CULTURA

Nel 2015 la Festa del libro e della lettura di Ostia ha compiuto cinque anni. Organizzata dai volontari dell’Associazione Clemente Riva, ha celebrato finora ben quindici edizioni: quattordici nel Teatro della parrocchia lidense di S.Monica ed una in piazza Anco Marzio, nel cuore del quartiere marino di Roma.

E’ un bel traguardo, se pensiamo alle migliaia e migliaia di libri rimessi in circolo: libri usati, ma sempre in buone se non ottime condizioni, che sarebbero andati persi o distrutti, ma che hanno trovato tanti, nuovi appassionati della lettura e della cultura. E questo grazie alla generosità di scrittori, editori e lettori. Tante copie infatti restano invendute nei magazzini delle Case editrici oppure stanno lì a prendere la polvere sugli scaffali delle nostre case. Per non parlare dei tanti libri 1. AspettandoTi (CRISTINA ALESSANDRI)di cui non sappiamo più che fare quando dobbiamo affrontare un trasloco o raccogliere un’eredità. In tutti questi casi, i libri vengono donati all’Associazione che poi li mette a disposizione del pubblico ad offerta libera durante le Feste: i soldi raccolti sono destinati ad opere di beneficenza e a realtà socio-assistenziali. La cultura, dunque, si fa solidarietà. La stessa Associazione si impegna ogni anno a rinnovare l’adozione a distanza di un piccolo orfano in Malawi attraverso la Onlus “Seconda Linea Missionaria”. Non solo. Durante la Festa di novembre, quella “pre-natalizia” (in genere le Feste si svolgono tre volte l’anno, anche a marzo e a maggio), si possono prendere i libri anche donando cibi non deteriorabili tipo pasta, olio e riso. Gli alimenti raccolti vengono affidati alla Caritas per confezionare i pacchi-dono natalizi destinati alle persone e alle famiglie bisognose del quartiere. E ancora. La Festa è diventata con il tempo un grande “contenitore” di socialità e di cultura attraverso le tante iniziative che ospita: non solo le tradizionali presentazioni di libri, ma anche mostre, concorsi (come “Fotolibrando” e “Poetamare”), concerti, una gara di fumetto (“FumettOOstia”), spettacoli teatrali, recital di poesia. Per incentivare i donatori della locale Banca del Sangue viene anche regalato a ciascuno il libro che preferiscono. Nel 2010 sembrava che l’Associazione Clemente Riva volesse dedicarsi ad una battaglia di retroguardia ma il tempo grazie a Dio ci ha dato torto. Tante persone, soprattutto bambini e ragazzi, sentono il bisogno di leggere o di tornare a leggere i libri di carta, sentinelle e scrigni di cultura ma anche occasioni uniche per arricchire la propria anima di idee e passioni, avventure e folgorazioni.

(Articolo apparso sulla rivista “Cultura e dintorni” diretta da Luca Carbonara; la foto, di Cristina Alessandri, s’intitola “AspettandoTi” ed ha partecipato alla seconda edizione del Concorso nazionale “Fotolibrando”)

IL NATALE DEI PICCOLI

Il_Natale_dei_piccoliL’Editrice Elledici in coedizione con Velar pubblica una delicata favola natalizia splendidamente illustrata, per i più piccoli, da leggere tutti insieme, per creare in famiglia il clima della festa. Il libricino s’intitola “Il Natale dei piccoli” e i testi del racconto sono opera delle Monache Benedettine dell’Isola di San Giulio. Le illustrazioni ad acquerello, di Marina Fusari, raccontano poeticamente la storia del piccolo angelo Cesarino, di due stelline tristi, del pastorello Giovanni e di tanti cuccioli di animali che arriveranno per primi alla grotta di Betlemme… Il racconto, ideale da leggere ai bambini dai 5 anni in su, aiuta i più piccoli a contemplare la magia del Natale attraverso immagini e parole che ne trasmettono tutto il fascino antico e moderno (http://www.elledici.org).

GIOTTO INAUGURA LA NUOVA COLLANA TRECCANI DEDICATA AI GRANDI MAESTRI DELLA PITTURA ITALIANA

  Treccani presenta una nuova collana dedicata ai grandi maestri della pittura italiana. La collana, inaugurata dal volume su Giotto, affronta tre grandi temi della pittura universale: la prospettiva, il disegno e il colore.
Il volume si apre con un saggio di Angelo Tartuferi, esperto internazionale di pittura medievale e direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze, che ripercorre in parallelo la biografia e l’evoluzione dell’arte del Maestro. Il percorso artistico illustra i capolavori di Giotto spettacolarizzando gli interi cicli di affreschi di Assisi, Padova e Firenze, e i dettagli delle splendide croci dipinte, dei raffinatissimi polittici e delle maestose tavole conservati nelle più importanti raccolte museali in Italia e nel mondo. Il catalogo aggiornato delle opere di Giotto è stato composto andando a ricercare le tavole disperse tra musei e collezioni private, gli affreschigiotto_gallery_01 staccati e conservati in luoghi diversi, oppure scialbati e poi riscoperti e restaurati; è illustrato da immagini a colori per agevolarne l’identificazione e corredato dalle informazioni relative alla datazione, al formato, alla tecnica e alla collocazione. La bibliografia aggiornata fornisce infine un indispensabile strumento per orientarsi nella sterminata mole di scritti sull’artista e sulla dibattuta attribuzione delle opere (
http://www.treccani.it)

L’ARTICOLO DI NUNZIANTE VALOROSO: IL RITORNO DI MY FAIR LADY

Sono passati ben cinquanta anni da quando My Fair Lady, il celebre musical diretto da George Cukor ed interpretato da Audrey Hepburn e Rex Harrison, giunse sugli schermi italiani, dopo i trionfi internazionali di un anno prima e dopo aver sbancato i premi Oscar, con l’assegnazione di ben otto statuette. Ha colto l’occasione la Paramount Home Video (distribuita dalla Universal Home Video), riproponendo in blu ray questo grande classico del cinema. In effetti, erano però parecchi anni che la vicenda in esso narrata affascinava il pubblico. Il soggetto è tratto da una commedia di George Bernard Shaw del 1912, Pigmalione, che fu adattata per il grande schermo già nel 1938, per la regia di Anthony Asquith e Leslie Howard con my fair lady coverl’interpretazione di Howard stesso nel ruolo del professor Higgins e di Wendy Hiller, al suo debutto nella parte di Eliza Doolittle, la sguaiata fioraia del Covent Garden che egli trasforma, per scommessa, in una lady raffinata, finendo, come Pigmalione nel mito greco, per innamorarsi della sua “creazione”. Il film, premiato con l’Oscar per la sceneggiatura, fu un successo e, negli anni cinquanta, Alan Jay Lerner e Frederick Loewe, già autori di musical di successo come “Brigadoon” e “Paint your Wagon”, decisero di farne una versione musicale, che debuttò a Broadway nel 1956 e lanciò definitivamente Julie Andrews come stella del palcoscenico nel ruolo di Eliza, donando inoltre a Rex Harrison, nella parte di Higgins, quello che resterà il suo ruolo più celebre, mentre Stanley Holloway tratteggiò con consumata abilità il personaggio di Alfred Doolittle, lo spazzino opportunista padre di Eliza. Quando, nel 1963, il produttore Jack Warner decise di adattare per lo schermo il musical, decise però di non correre rischi, ed affidò il ruolo di Eliza ad Audrey Hepburn, mentre Julie Andrews fu lasciata al palo, essendo una perfetta sconosciuta ad Hollywood. Audrey diede di Eliza una interpretazione straordinaria ma, purtroppo, finì per essere doppiata (da Marni Nixon) in quasi tutte le parti cantate, mentre Harrison, dal canto suo, potè replicare sul set in maniera impeccabile i suoi “recitativi” alla base dei suoi numeri musicali. In una delle fortunate coincidenze tanto popolari ad Hollywood, Harrison vinse uno degli otto Oscar destinati al film (tra essi anche quello per il miglior film e quello per il miglior regista, George Cukor) mentre Audrey non fu neppure nominata e la sua “rivale” Julie Andrews vinse come miglior attrice per Mary Poppins, prodotto da Walt Disney, inaugurando così una formidabile carriera cinematografica che le avrebbe poi donato i successivi trionfi di film come Tutti insieme appassionatamente e Victor-Victoria. Comunque, My Fair Lady rimane un grandissimo classico dello schermo, con una sceneggiatura brillante e canzoni indimenticabili come Wouldn’t it be loverly, The Rain in Spain e I could have danced all night. Il blu ray disc Paramount presenta uno spettacolare nuovo restauro del film in risoluzione 4k a partire dai negativi originali in Super Panavision 70mm e restituisce intatte le splendide tinte Technicolor della fotografia di Harry Stradling che ritrae da par suo le straordinarie scenografie e costumi di Cecil Beaton, pure premiati con l’Oscar. L’audio originale inglese è in uno spettacolare Dolby 7.1 che ricrea tutto il fascino della colonna sonora originale a sei piste magnetiche, mentre l’audio italiano è, purtroppo, in un semplice mono, anche se di buona qualità, da apprezzare, però per lo spassoso doppiaggio, che traduce il dialetto “cockney” di Eliza in una irresistibile calata ciociaro-meridionale, affidata alla straordinaria bravura della voce italiana di Audrey, Maria Pia di Meo, mentre le canzoni di Eliza godono della splendida voce di soprano di Tina Centi.

SCHEDA DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE CLEMENTE RIVA

Nata nel 2010 ad Ostia Lido, nel Litorale romano, l’Associazione di volontariato culturale “Clemente Riva” si propone di realizzare una serie di iniziative capaci di unire i valori della cultura con quelli della solidarietà, dando soprattutto incentivo alla lettura e alla libera circolazione dei libri, considerati strumenti essenziali di promozione umana e sociale, oltre che di crescita culturale. Tra le iniziative più importanti promosse dall’Associazione, la Festa del libro e della lettura di Ostia e i Concorsi nazionali di fotografia “Fotolibrando” e di poesia “Poetamare”. La Festa, in particolare, viene organizzata almeno una volta l’anno presso il Teatro della Parrocchia di S.Monica e, dal 2012, anche all’aperto in luoghi come Piazza Anco Marzio, tra i più famosi e frequentati del Litorale Romano. Migliaia di testi, donati da case editrici locali e nazionali, da CANALE10-LOGO1numerosi scrittori e da tantissimi cittadini, vengono messi a disposizione del pubblico ad offerta libera per una raccolta fondi destinata ad alcune realtà di volontariato come la Caritas e il Centro per la Vita di Ostia. L’obiettivo, ispirato ad una visione cristiana della vita ma aperto al pluralismo e al dialogo, è quello di creare spazi e occasioni di incontro e di scambio di esperienze, di sana crescita per le persone e per le famiglie. In parallelo con il “Mercatino della solidarietà”, si svolgono incontri con gli autori e presentazioni editoriali, che danno anche spazio alle testimonianze e alle esperienze dei lettori. La “Clemente Riva” organizza anche “Mini-Feste del libro” (un giorno o mezza giornata) nei luoghi di aggregazione in cui viene invitata: centri culturali, parrocchie, sedi di lavoro, comitati di quartiere, stabilimenti balneari. Anche qui lo scopo è di diffondere la cultura e rafforzare le relazioni sociali. L’Associazione ha anche organizzato le prime cinque edizioni del Concorso nazionale “Un mare di poesia”, destinato a bambini e ragazzi (la quarta edizione, la cui cerimonia finale si è svolta il 30 giugno 2012 in Piazza Anco Marzio, ha visto la partecipazione di 400 poeti in erba) e ha espresso la Giuria della quinta edizione del Premio letterario nazionale per inediti “Massimo Di Somma”, realizzato dalla manifestazione socio-culturale “Approdo alla Lettura” di Ostia. L’Associazione, inoltre, dal 2012 assicura ogni anno l’adozione a distanza di una bambina del Malawi attraverso la Onlus “Seconda Linea Missionaria” di Ostia. Un ringraziamento particolare va a tutte le persone e associazioni che ci sostengono, ai donatori di libri, al nostro sponsor Mamey Senzaglutine e all’emittente Canale 10, che ha sempre seguito con affetto tutte le nostre iniziative.

Cartolina Auguri natalizi

A NATALE FAI UN REGALO ALLA CULTURA!

PER DONAZIONI E CONTRIBUTI ALL’ASSOCIAZIONE CLEMENTE RIVA:

Codice Iban: IT 10 N 08327 03231 000000006461

PRISMA

Di Gianni Maritati. Con la collaborazione di Ruggero Pianigiani

http://associazioneclementeriva.wordpress.com (TEL. 380.1805830);

prismanews.wordpress.com; festadellibrodiostia.wordpress.com

logo MAMEY store & cafè

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...