LO SPORT E I SUOI VALORI: L’OSTIAMARE CALCIO

RACCONTA IN UN LIBRO LA SUA STORIA

Amare Ostia è Ostiamare”. E’ questo il titolo del bel libro fotografico di Piergiorgio Renna con cui la squadra di calcio lidense racconta e ricostruisce i 70 anni della sua grande storia sportiva e non solo. Un suggestivo almanacco di quasi 200 pagine che sottolinea lo stretto legame fra il prestigioso club biancoviola, oggi guidato dal presidente Luigi Lardone e nato nel lontano 1945 come testimonianza attiva di rinascita e di voglia di riscatto post-bellica, e il sempre più popoloso e complesso quartiere di Ostia, “mare di Roma”. Un rapporto fatto di emozioni, trionfi, passione, talento e sacrifici.

70-anni-Ostiamare-e1441447743750E’ un libro ricchissimo di informazioni e riflessioni. Oltre alle immagini, vi troviamo articoli d’epoca, dati tecnici, formazioni, premi e classifiche. E’ la memoria di una epopea sportiva che però non perde mai di vista il contesto e la reciproca infuenza con i mutamenti socio-economici di un territorio che ha sempre voluto bene e sostenuto con forza e convinzione la “sua” squadra di calcio, anche e soprattutto nei momenti più difficili. Più che un libro, è un vademecum della memoria, destinato soprattutto ai giovani, che fa tesoro del passato e guarda al futuro promuovendo i veri valori dello sport, che sono la competizione leale, lo spirito di collaborazione, il pieno rispetto per l’avversario e per il pubblico.

Per informazioni e approfondimenti: www.ostiamare.it.

(Nella foto, l’autore Piergiorgio Renna con l’addetto stampa dell’Ostiamare Riccardo Troiani al Bar Sisto di Ostia).

L’ARTICOLO DI NUNZIANTE VALOROSO

IL RITORNO DI MAGO MERLINO

La Spada nella Roccia ristampato a fumetti per la prima volta nella sua versione originale

E’ un piccolo grande evento nel panorama delle pubblicazioni a fumetti, almeno per chi ama Walt Disney, quello vero, e il suo cinema. Nel numero odierno de “I grandi classici Disney”, il 348 di novembre, edito come di consueto da Panini Comics, è stata ristampata, per la prima volta dopo 51 anni, la prima versione a fumetti del classico “La spada nella roccia”, che venne pubblicata su “Topolino”, in due puntate, nel dicembre del 1964, sui numeri 471 e 472. È una tradizione che continua tuttora, quella di tradurre a fumetti (oggi si direbbe più graphic novel) film e lungometraggi animati. All’epoca della pubblicazione della Spada, le versioni a fumetti che venivanospada comic preparate, con largo anticipo rispetto alla distribuzione nei cinema, erano due: una, a puntate, per le tavole domenicali dei quotidiani americani (in formato tavola orizzontale) e l’altra in formato verticale comic book, in un albo speciale. Della Spada esistono appunto queste due versioni (le tavole domenicali furono opera di John Usher), mentre una versione più recente (2001) è stata realizzata in Francia per un albo della Dargaud, con i disegni di Sara Storino, Andrea Nicolucci e Tony Fernandez e pubblicata anche in Italia nel 2002. Il fumetto appena ristampato, realizzato dal disegnatore Pete Alvarado nel 1963, è appunto la versione in formato da comic book originale e presenta una sceneggiatura fedelissima al film. Anche la versione italiana riporta fedelmente i nostri dialoghi, conservandone la bellezza e il divertimento. Il tratto semplice ma preciso di Alvarado, che schizza i buffi personaggi riportandone fedelmente tratti e caratteristiche della pellicola, stupirà i lettori giovani, abituati a tavole di fumetti sempre più complicate e piene di miriadi di dettagli. Qui la scenografia è ridotta all’osso, i personaggi, pur penalizzati dal formato ridotto della ristampa e da una colorazione non sempre chiara, spiccano nei riquadri e il piacevole effetto che se ne trae è quello di una “sceneggiatura illustrata” del film. La spada nella roccia (The sword in the stone) che, in Italia, è uno dei lungometraggi Disney più amati e popolari, ebbe la sua “prima” americana nel dicembre del 1963. L’accoglienza fu tiepida, complici anche le voci dei personaggi, non proprio riuscitissime, e lo “stravolgimento” del romanzo originale di Terence H. White che, narrando dell’educazione del giovane Artù da parte del Mago Merlino, prendeva tutta la faccenda abbastanza sul serio. La versione disneyana, invece, sceneggiata da Bill Peet, trasforma Merlino in un mago potente ma irrimediabilmente pasticcione e smemorato, cosa che irritò non poco i puristi. Il pubblico italiano, invece, non si fece pregare e “adottò” immediatamente il film, trasformandolo in un classico istantaneo, fin dalla sua prima italiana, nel dicembre del 1964, appunto, riconfermandone la popolarità con le successive riedizioni del 1973 e 1980. Il successo italiano è dovuto, sicuramente, anche alla sopraffina versione italiana, curata da Roberto de Leonardis, che annovera nel cast voci come Bruno Persa (Merlino), Lauro Gazzolo (il gufo Anacleto) e Lydia Simoneschi (Maga Magò). Con questa ristampa, gli appassionati italiani potranno aggiungere una piccola, quasi dimenticata, perla del fumetto alla loro collezione e gli amanti del classico Disney ritroveranno, nelle vignette, i personaggi amati sullo schermo, in VHS e in dvd.

****************************************************************************************

PRESSO LA BIBLIOTECA ELSA MORANTE

VIA ADOLFO COZZA, 7 – OSTIA LIDO

MOSTRA OPERE DEL MAESTRO

MARIO ROSATI

MEMORIE DI UN RAGAZZO DI BORGATA

RICORDANDO P.P. PASOLINI”

INAUGURAZIONE 2 NOVEMBRE 2015 ORE 16.00

Con intervento del soprano Daniela Di Pippo

****************************************************************************************

PRISMA

Di Gianni Maritati. Con la collaborazione di Ruggero Pianigiani

http://associazioneclementeriva.wordpress.com (TEL. 380.1805830);

prismanews.wordpress.com; festadellibrodiostia.wordpress.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...