TI RACCONTO UNA FAVOLA”, LA NUOVA SCOMMESSA

DELLO SCRITTORE SANDRO CAPODIFERRO

Le favole non passano mai di moda, anche se vengono rivisitate e attualizzate con ogni mezzo espressivo, dalla letteratura al cinema. Ma c’è un modo nuovo di raccontarle e questo è il compito che si è dato lo scrittore Sandro Capodiferro, dopo aver pubblicato tre romanzi: “Storie da un sogno”, “Fiori di agave sulla collina delle fate” e “Peccaminosa”. Il suo è un vero e proprio progetto multimediale che s’intitola “Ti racconto una favola” e sui social network ha ottenuto piu’ di dodicimila “Mi piace” ed è seguito con grande interesse da centinaia e centinaia di fans.

In sostanza, queste Favole sono dei brevi video che con una miscela accurata di musiche, immagini e parole crea l’incanto di un racconto che alla fine, come ogni favola che si rispetti, trasmette un contenuto morale e,1 insieme, un appello alla coscienza. Sono favole moderne, appunto, che con il linguaggio di oggi affrontano temi universali: la vita e la morte, la pace e la guerra, l’angoscia e la speranza. Favole “per adulti”, nel senso che parlano all’eterno bambino che è in noi adulti e che spesso viene soffocato dalle convenienze e dall’utilitarismo. Favole che possiamo vedere e rivedere con grande profitto interiore su YouTube e su Facebook. Qualche titolo? Eccolo: “90 giorni”, “Le ali del silenzio”, “L’accordo”, “Amori al buio” e tanti altri. Insieme, le Favole di Capodiferro formano un patrimonio letterario e immaginifico di grande bellezza e di squisita intensità 2emotiva, un arcipelago di àncore audiovisive che riscatta la Rete da tanti contenuti vacui e ottusi, una scommessa di purificazione e di speranza.

Un’ultima annotazione importante: Sandro Capodiferro presenterà le sue straordinarie “Favole per adulti” il 14 dicembre a Monaco di Baviera. Una vera e propria consacrazione internazionale di questo coraggioso e talentuoso Esopo moderno.

CONCORSO NAZIONALE “FOTOLIBRANDO 2”, ECCO UNA DELLE SEI “SEGNALAZIONI SPECIALI”:

Giacomo Nuzzo – Senza Titolo:

3

ECOLOGIA – Nuovo viaggio attraverso i quattro elementi” di Gianluca CAVINO e Silvia GRASSI (recensione di Sergio Ronci)

Bel libro quello che Silvia Grassi ha scritto insieme a Gianluca Cavino! Il volume, attraverso un viaggio nei quattro elementi fondamentali (Acqua, Aria, Terra e Fuoco) – enunciati per la prima volta dai filosofi greci – ci porta ad indagare e a riflettere sul rapporto molto complesso tra uomo e natura nel mondo contemporaneo. Il libro, con una prosa chiara ed efficace, coniuga l’itinerario concettuale e l’ecologia con l’impegno dell’ambientalismo, variamente praticato da numerose organizzazioni. Il pianeta su cui viviamo è 4fragile e già mortalmente ferito. Tutto questo implica una seria riflessione sul rapporto uomo-natura così come è concepito oggi dalla cultura occidentale. Il profitto, l’egoismo e la ricerca spasmodica del possesso hanno inflitto dolorose ferite a Madre Natura e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Nel tempo potrebbero diventare ancora più gravi! Basta pensare ai problemi posti al pianeta dall’effetto-serra, dai cambiamenti climatici, dalla mancanza di acqua, dallo smaltimento dei rifiuti, dall’allevamento intensivo del bestiame.

Non sempre però l’umanità ha avuto un simile sviluppo e un rapporto così conflittuale con la natura. Il libro ripercorre la storia di questo rapporto e focalizza l’attenzione sui grandi miti del passato, in modo chiaro e puntuale.

Proprio la riflessione sul passato potrebbe perciò indurci a ragionare sulle attuali emergenze ambientali causate dall’alterazione degli equilibri naturali e sui loro possibili urgentissimi rimedi.

IL TOPOROCK ALLA CONQUISTA DI ROMA

Lo scorso fine settimana in scena nella Capitale il nuovo spettacolo Disney Live

di Nunziante Valoroso

Dal 5 all’8 dicembre il Palalottomatica di Roma ha ospitato il nuovo spettacolo Disney realizzato dalla Feld Entertainment. Disney Live! L’Avventura Musicale di Topolino è uno spettacolo musicale che presenta celebri brani Disney remixati con i ritmi moderni dell’hip hop, del pop, dello swing ma anche reggae, rock, country. 25 personaggi appartenenti allo sconfinato universo della fantasia prendono vita sul grande palco5 allestito per l’occasione e divertono il pubblico con danze ed acrobazie travolgenti, degne del miglior spettacolo circense. Il canovaccio prende spunto dall’ idea che Topolino, Minni, Pippo e Paperino vogliano mettere su uno spettacolo musicale a ritmo di rock. Nel loro viaggio musicale saranno raggiunti dai personaggi della Sirenetta, tra cui Ariel, Sebastian ed Ursula e da quelli di Aladdin (oltre al protagonista ci sono il Genio e Jasmine). Questi ospiti speciali non perdono l’occasione per reinterpretare in maniera moderna le canzoni dei loro film e il risultato è molto coinvolgente. Il palco esplode in un tripudio di suoni e colori, grazie alle belle coreografie ed agli affascinanti costumi. La seconda parte dello spettacolo è un pochino meno coinvolgente, forse perché è occupata in gran parte da un siparietto con gli onnipresenti personaggi di Toy Story, Woody, Buzz e Jessie, non molto adatti ad uno spettacolo musicale, dato che, nei loro film, non ci sono praticamente canzoni. Di conseguenza il pubblico, almeno quello napoletano con il quale abbiamo assistito allo spettacolo, è stato molto meno coinvolto da loro rispetto ai ben più graditi numeri di Aladdin e della Sirenetta, nonostante il tripudio di effetti speciali utilizzati in videoproiezione per simulare un attacco di meteoriti che, ad un certo punto, invadono perfino la sala. Tutti molto bravi gli artisti interpreti dei personaggi, perfettamente in sincrono con la colonna sonora totalmente preregistrata. La bella versione italiana dello spettacolo è stata curata, come da tradizione pluriennale, dalla Royfilm, la società che per oltre 40 anni ha realizzato in esclusiva per l’Italia le edizioni locali di tutte le produzioni Disney. La direzione della registrazione è a cura di Leslie La Penna e l’adattamento italiano dei testi è a cura di chi scrive, con lo spiritoso apporto di Lorena Brancucci per i testi delle canzoni (suoi sono anche i testi del pluripremiato Frozen) e la direzione musicale di Ermavilo. Insomma, un pieno di allegria e musica. Dopo Roma, lo spettacolo è in scena a Firenze, al Mandela Forum, dall’11 al 14 dicembre.

TELEFONO DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE CLEMENTE RIVA DI OSTIA: 380.1805830 (attivo da lunedì a venerdì, nel week end solo se sono in corso eventi dell’Associazione)

PRISMA

A cura di Gianni Maritati. Con la collaborazione di Ruggero Pianigiani e Chiara Ferraro

http://associazioneclementeriva.wordpress.com;

prismanews.wordpress.com; festadellibrodiostia.wordpress.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...