UN BILANCIO DELLA XII FESTA DEL LIBRO DI OSTIA CHE SI E’ SVOLTA IL 22 E IL 23 NOVEMBRE SCORSO PRESSO IL TEATRO DI S.MONICA

LA FORZA DELLE PAROLE

GIOIOSO IMPEGNO PER TUTTI

Almeno venti pacchi-dono natalizi si potranno confezionare per i più poveri assistiti dalla Caritas grazie alla raccolta di cibi non deteriorabili che si è svolta durante la XII Festa del libro e della lettura di Ostia, il 22 e il 23 novembre scorso, organizzata dall’Associazione culturale Clemente Riva nel Teatro della parrocchia lidense di S.Monica. Oltre alla formula dei “Libri Solidali” (libri usati in cambio di cibo per le famiglie più bisognose del quartiere), ha avuto 1successo anche la raccolta fondi: 1.200 euro (i libri infatti sono sempre disponibili ad offerta libera). Grazie alla generosità di centinaia di persone, appassionate della cultura e della lettura, l’Associazione potrà destinare questa somma, come annunciato, alla Parrocchia di S.Monica, al Progetto Mamma delle Suore Canossiane del Centro per la Vita di Acilia e alla Onlus Seconda Linea Missionaria per il rinnovo di una adozione a distanza di una bambina nel Malawi. Una testimonianza solidale rafforzata dall’incontro cui hanno partecipato le Onlus: Happy Time Infernetto, Centro per la Vita di Ostia, Mais, L’Alternativa e Seconda Linea Missionaria. I rispettivi rappresentanti (Rosalba Lauria e Angela De Romanis, Roberto Antonucci e Gabriella Passarini, Evola Fratoni, Simone Mancini, Pietro Rolleri) hanno raccontato le loro origini e spiegato le loro attività, lanciando un messaggio comune in favore del “fare rete” come via più efficace contro le emergenze e le difficoltà di questo momento storico.

Insieme agli scopi solidali, la Festa ha raggiunto l’obiettivo di ricordare e rilanciare l’impegno comune per salvaguardare “la forza delle parole”: una forza che trasmette valori, esperienze, sentimenti, che dona speranza e favorisce la concordia, che getta ponti e ricuce gli strappi… E’ stato questo il tema di un incontro al quale hanno partecipato giornalisti, scrittori, poeti, editori e critici: Salvatore Spoto, Sergio Ronci, Stefano Faraoni, Cinzia Baldini, Giusella De Maria, Alfio Giuffrida, Simona Tuliozzi, Pasquale Bufano, Sara Cicerone, Roberto Fraschetti, Nicola Zitelli, Silvia Grassi, Donato Di Stasi e Daniela Taliana.

Li ringrazio tutti. Come ringrazio il parroco-prefetto di S.Monica Mons. Giovanni Falbo (presidente onorario della “Clemente Riva”) e il vice-parroco don Franco De Donno (direttore della Caritas di Ostia), la “mascotte” dell’Associazione “Clemente Riva” Camilla Paoluzi e i soci che hanno reso possibile la Festa a cominciare dallo splendido allestimento: Ruggero Pianigiani (vice-presidente), Germana Linguerri, Letizia De Rosa, Sergio Ronci, Paola Mancurti, Elisa Palchetti (autrice della Locandina e coordinatrice dell’incontro di cui abbiamo parlato, “Noi e la solidarietà: associazioni in dialogo”), Salvatore Spoto, Stefano Faraoni, Silvia Grassi, ma anche Sandro Capodiferro (autore delle foto pubblicate qui e su Facebook, oltre che coordinatore dell’incontro “La forza delle parole”), Liliana Barbagallo e Nicola Zitelli. Ringrazio anche il giornalista e scrittore Giulio Mancini che ha presentato la sua ultima fatica editoriale (“Ostia set naturale. Luoghi e magie del cinema sul Litorale Romano”, Edizioni Il Librario) e il negozio Mamey Senzaglutine, che ha sponsorizzato l’evento offrendo una speciale degustazione dei suoi prodotti. E a proposito di sponsor, ringrazio i tanti amici della Festa, ma soprattutto Wind e la Banca di Credito Cooperativo di Roma e i marchi editoriali Zanichelli, Disney, Piemme, San Paolo e Paoline, Città Nuova, Apl Edizioni, Il Librario. Ringrazio infine i tantissimi amici che sono venuti a trovarci, fra cui Carlo Costantini, Mario Rosati, Enzo Cerrato, Marco Noli, Modesto Sorrentino e tutti i componenti dell’Oratorio dei Genitori e della Famiglia della Parrocchia di S.Monica.

La XII Festa del libro di Ostia è stata ricca di spunti, argomenti e appelli. Ne parleremo nei prossimi numeri di Prisma.

PETER SELLERS IN ALTA DEFINIZIONE

Il classico di Blake Edwards Hollywood Party in blu ray disc.

Di Nunziante Valoroso

Blake Edwards è un regista estremamente popolare per titoli diventati dei classici come Colazione da Tiffany o La Pantera Rosa ma, allo stesso tempo, alcuni dei suoi lavori sono dei veri e propri cult movies. È il caso di questo Hollywood Party (The Party, 1968) in cui il regista impiega il protagonista della Pantera Rosa in una sarabanda ispirata alle comiche slapstick di Chaplin e Stanlio e Ollio, con effetti, se possibile, 2ancora più irresistibili. Sellers interpreta il ruolo di Hrundi S. Bakshi, un indiano con velleità di attore (in effetti è una comparsa), la cui vocazione naturale è il disastro. Fin dall’inizio, in cui lo vediamo al lavoro sul set di un film avventuroso, in una scena nella quale insiste a suonare la sua tromba e a non morire, nonostante l’incredibile numero di pallottole che gli viene scaricato contro, comprendiamo tutto. Qualsiasi cosa il povero Hrundi tocchi, si scatena l’inferno. Dopo aver rovinato l’ennesima scena indossando un orologio da polso in primo piano e causando l’esplosione anticipata di un costosissimo set, il suo nome è destinato al depennamento perpetuo da qualsiasi elenco di generici. Per un malaugurato caso, invece, il nostro finirà nell’elenco di celebrità invitate ad un party in casa di un produttore. Dall’ingresso dell’indiano nella casa tutto sarà un susseguirsi di catastrofi, innescate da una scarpa finita in piscina e da un cameriere che non fa che scolarsi i drink che dovrebbe servire in giro (Steve Franken), passando per un pollo infilzato su una parrucca e la distruzione di una stanza da bagno e culminando con un elefante da lavare in casa. Alla fine Hrundi lascerà il luogo del delitto in compagnia della bella Michelle (Claudine Longet), che, tra una catastrofe e l’altra, gli ha rubato il cuore. Presentato nel suo formato Panavision originale (2,35:1) e con una buona e nitida qualità d’immagine dalla MGM/Fox (il film fa parte del ricco catalogo United Artists), Hollywood Party è il disco blu ray adatto a chiunque sia appassionato delle commedie classiche anni ’60. L’omaggio affettuoso alle gag del cinema muto si unisce alle spassose battute di Sellers (doppiato in italiano dal grandissimo Peppino Rinaldi) con un effetto irresistibile, valorizzato dalla bella fotografia a colori e dalle deliziose musiche di Henry Mancini. Molto ricco il corpus di contenuti speciali del disco, tra cui un making of, interviste d’epoca a Peter Sellers, il trailer originale e un interessante documentario sulle tecniche avveniristiche di ripresa utilizzate per il film: per la prima volta il regista sperimentò l’utilizzo di una telecamera sul set in funzione contemporaneamente alla classica macchina da presa, in modo da poter registrare su nastro e visionare immediatamente le riprese senza attendere lo sviluppo dei giornalieri e poter controllare subito la resa del girato. La cosa fu estremamente utile dato il genere di film, basato in gran parte sull’improvvisazione diretta sul set delle scene.

TELEFONO DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE CLEMENTE RIVA DI OSTIA: 380.1805830 (attivo da lunedì a venerdì, nel week end solo se sono in corso eventi dell’Associazione)

PRISMA

A cura di Gianni Maritati. Con la collaborazione di Ruggero Pianigiani e Chiara Ferraro

http://associazioneclementeriva.wordpress.com;

prismanews.wordpress.com; festadellibrodiostia.wordpress.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...