IMPARIAMO LA POLITICA DAI CARTOON

L’ultimo grande esempio è “Avatar”: dal mondo dei cartoon spesso arrivano “lezioni” di politica che gli stessi politici, insieme agli amministratori locali, dovrebbero “recepire” molto bene quando si occupano della “cosa pubblica”.

Avatar

Avatar” è un kolossal d’animazione digitale “combinato” in modo straordinario con le riprese dal vero, ma al di là del suo splendore tecnologico ci ricorda con forza una realtà antica e sempre attuale: la nostra doppia appartenenza al passato e alla natura. Affascinati da Internet, a volte dimentichiamo che la nostra essenza è già in “rete”, con le generazioni che ci hanno preceduto e con la vita che ci circonda. Non a caso usiamo le metafore dell’”albero” e delle “radici” (immagini-chiave del film) per indicare le nostre origini familiari, il nostro legame con una comunità, il nostro sentirci parte viva della natura.

I cartoon possono e devono essere una vera “scuola di politica”. Per tutti. “Galline in fuga” ci ricorda l’universale aspirazione dell’uomo alla libertà, “Pocahontas” ci ammonisce sulle nefaste conseguenze dello scontro di civiltà, “Dumbo” ed “Happy Feet” ci fanno vergognare di tanti nostri stupidi pregiudizi, “Totò Sapore e la magica storia della pizza” sottolinea l’inutilità della guerra, “Il re leone” ci insegna il rispetto per gli anziani… E gli esempi potrebbero continuare all’infinito.

I cartoon spesso si permettono di dire in faccia la verità, così, senza peli sui fotogrammi. Ci invitano alla costruzione di una civiltà fondata sulla giustizia, sulla non violenza, sulla solidarietà. Nella loro essenza più vera, i cartoon sono democratici, illuminati, progressisti. Fino all’ultima goccia di colore. Conviene non dimenticarselo.

 

 

MA QUANTO E’ ATTUALE L’ERA GLACIALE

 Di recente lo ha sottolineato l’amico e collega del Tg1 Vincenzo Mollica nella sua rubrica “Do re ciak gulp”: lo scoiattolino preistorico Scrat, diventato famoso in tutto il mondo con la saga a cartoni animati dell’”Era glaciale”, è il personaggio-metafora che fa da filo conduttore a tutta la serie (tre film, disponibili in dvd e blu-ray) dove ogni tanto “sbuca” con quella sua ostinata, quasi disperata volontà di afferrare una inafferrabile ghianda. Riesce ad averla fra le zampe per qualche secondo ma poi le sfugge via, immancabilmente. Non lo abbiamo mai visto mangiarla… Al povero Scrat, gliene succedono di tutti i colori: disastri ambientali, attacchi di animali più grandi di lui, un viaggio nell’aldilà e poi, nel terzo film, un incontro-scontro con una seducente rappresentante del gentil sesso scoiattolesco, Scrattina, che facendo leva sul suo fascino riesce a contendergli la mitica ghianda.

La “gag” di Scrat e della ghianda è molto più di un divertente e indovinatissimo tormentone. E’ la traduzione in termini comici di un concetto molto serio: la lotta per la sopravvivenza di un piccolo essere che quasi si perde nell’immenso, enigmatico e pericoloso scenario dell’esistenza. Anche noi, ogni giorno, lottiamo per la “sopravvivenza”. Possiamo sentirci molto Scrat quando siamo bloccati nel traffico e “inseguiamo” il luogo di lavoro oppure quando siamo in fila alla posta con trenta persone davanti e “inseguiamo” con loro lo stesso sogno: pagare una bolletta! Ma è troppo chiedere una vita senza traffico e senza file?

In realtà, ridendo con Scrat e le sue avventure-disavventure, possiamo tornare ad apprezzare la fatica di tutti i giorni, la gioia di puntare ad un risultato con le nostre sole risorse, la forza della passione che trasforma l’umile impegno quotidiano in un atto di eroismo. Scrat non è solo un simpatico “sfigato”. E’ soprattutto un piccolo grande eroe, appunto. Un eroe della penombra, un artista della tenacia. Volentieri, anch’io, mi riconosco in lui.

prisma

 

PRISMA

http://associazioneclementeriva.wordpress.com; prismanews.wordpress.com; festadellibrodiostia.wordpress.com

Direttore: Gianni Maritati

In redazione: Andrea Buda, Sandro Capodiferro, Letizia De Rosa, Simona Di Michele, Chiara Ferraro, Francesco Ferraro, Liliana Fiorella, Germana Linguerri, Paola Mancurti, Pietro Olivieri, Elisa Palchetti, Ruggero Pianigiani, Sergio Ronci, Ilaria Salzano, Riccardo Troiani, Aurelio Tumino

Collaboratori: Paolo Aragona, Luca Carbonara, Simona Esposito, Diletta Labella, Gabriella Lepre, Giorgio Maritati, Nunziante Valoroso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...