logoCONFERENZA STAMPA!!

SABATO 9 MARZO 2013, ALLE ORE 11, NELL’AULA CONSILIARE “MASSIMO DI SOMMA” DEL XIII MUNICIPIO DI ROMA (PIAZZA DELLA STAZIONE VECCHIA, 26, OSTIA LIDO) SI SVOLGERA’ LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA DECIMA EDIZIONE DELLA “FESTA DEL LIBRO E DELLA LETTURA DI OSTIA” (23-24 MARZO, TEATRO-SALONE DELLA PARROCCHIA DI S.MONICA), PROMOSSA DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE “CLEMENTE RIVA”, CHE ORA HA UN SITO TUTTO NUOVO: HTTP://ASSOCIAZIONECLEMENTERIVA.WORDPRESS.COM.

ARMANDO TROVAJOLI, IL RICORDO DI FRANCO BOLIGNARI

Alla memoria del maestro Armando Trovajoli, morto di recente, autore di tante commedie musicali e colonne sonore indimenticabili, è dedicata la testimonianza di una stella del jazz italiano, il cantante Franco Bolignari, che lo ha conosciuto negli anni Cinquanta. Bolignari è noto al grande pubblico anche per aver prestato la sua voce al Classico Disney “La carica dei 101” e al musical “Tutti insieme appassionatamente”:

A piccole’, te passo a prende con la macchina all’angolo de Viale Regina Margherita e te porto allatrovajoli RCA”. Ho ventiquattro anni, una bella voce e tanti sogni, ma che il grande Trovajoli mi passasse a prendere con la sua MG per presentarmi alla casa discografica più prestigiosa, per me aveva dell’incredibile. “A me me piace fa la vita dei pescatori, in mezzo al mare con le reti che sanno di buono”. Vestiva da yachtsman con giacca blu, bottoni dorati e pantaloni bianchi. Era umano e aveva tutta la franchezza un po’ rude del romano. “Tu canti bene, ma nun copià nissuno come fanno certi tuoi colleghi!” Poi un giorno lo incontra il Maestro Carlo Savina con il quale io incidevo alla RCA e gli dice: “Ma tu lo sai che Bolignari registra i brani una sola volta che è sempre quella buona?”. E Armando allora raccontava a tutti questo fatto aggiungendo “Potemo chiamà Bolignari ‘bona-la-prima’!”. Infine Trovajoli era innamorato del mio fischio e volle immortalarlo in due suoi dischi “’Na gita a li castelli” e “Vecchia Europa”. L’ultima volta che l’ho visto mi ha detto: “A Bolignà quanto me voi fa campà!”. È stato cinque anni fa.

DIVORATI DAL DRAGONE”, IL RINASCIMENTO SI FA THRILLER

Sergio Campailla sarà uno dei grandi ospiti alla prossima Festa del libro e della lettura di Ostia che DIVORATI DAL DRAGONEsabato 23 e domenica 24 marzo celebrala sua decima edizione. Lo scrittore verrà a presentare il suo nuovo romanzo, “Divorati dal dragone. Un thriller tra Firenze e Roma nel cuore del Rinascimento” (Bompiani, pp. 832, euro 24).

Nel tamburo della cattedrale di Santa Maria del Fiore vengono imbucate con allegra ferocia lettere anonime, su misfatti e casi di cronaca nera. Tra queste, alcune denunciano lo scandalo di Calima, una conturbante figura dall’ambigua identità sessuale, ex monaca e prostituta, dotata di facoltà profetiche, oggetto di culto da parte di un’élite di iniziati. A lei fanno capo un misterioso pittore, che si firma Astrologus, e uno sconvolgente Libro delle Rivelazioni, che apre squarci sulle future morti dei politici e dei potenti. A chi tocca? Chi e quando sarà tirato per i piedi sottoterra? Indaga, nella Firenze di Lorenzo il Magnifico, un Ufficiale di Notte, Caradossi il Rosso. E’ la chiave d’ingresso dentro un romanzo dall’architettura e scrittura straordinarie. Sergio Campailla racconta un tornante epocale della storia d’Italia e dell’Occidente, dal 1491, vigilia della scoperta del Nuovo Mondo e della calata degli eserciti stranieri nella penisola, sino al 1512, anno della mattanza del Sacco di Prato. Quello che era il fondale di un immaginario collettivo si accende per effetto di una luce rivelatrice, con un cast di strepitosi protagonisti e una massa di personaggi, in questo affresco visionario. Gli eccessi di papa Borgia, il fantasma del duca Valentino, l’ossessione ascetica di Savonarola, il dominio delle banche nella società moderna, la pancia e la violenza della Storia, la competizione e l’invidia degli artisti che culminano nella gara tra Leonardo e Michelangelo, nella sfida tra la Battaglia di Anghiari e la Battaglia di Cascina. Il libro affresca una rappresentazione del Rinascimento graffiante, che comunica forti emozioni. Campailla è scrittore e saggista. Ha pubblicato importanti romanzi e racconti tra cui, presso Rusconi, Il paradiso terrestre (1988), Voglia di volare (1990), Domani domani (1992), Romanzo americano (1994), e presso Bompiani La Divina Truffa (2008). La sua ricchissima produzione saggistica si è sviluppata in prevalenza lungo i filoni della cultura siciliana, mitteleuropea ed ebraica. A ventisette anni era a Gorizia in casa Michelstaedter per curare il passaggio delle carte di Carlo, oggi un mito internazionale. Ne sono derivati la creazione del ‘Fondo Carlo Michelstaedter’, l’edizione delle opere presso Adelphi, tre mostre tra cui la piu’ recente ‘Far di se stesso fiamma’ (catalogo Marsilio 2010), e i due volumi ‘A ferri corti con la vita’ (Comune di Gorizia, 1974) e ‘Il segreto di Nadia B.’ (Marsilio, 2010). Ordinario di Letteratura italiana nell’Universita’ di Roma Tre, nel 2010 ha rassegnato le dimissioni per dedicarsi alla scrittura e ai viaggi.

VANNO I MIEI PENSIERI…” (CULTURA E DINTORNI EDITORE)

Postfazione di Luca Carbonara

Anche la poetessa Maria Capizzi sarà fra gli ospiti della decima Festa del libro di Ostia. Pubblichiamo qui la Postfazione della sua raccolta d’esordio, di Luca Carbonara.

copertinaCapizziPromettente ed entusiasmante esordio in ambito editoriale di Maria Capizzi che riesce così, attraverso i suoi versi, a dare anima e corpo al suo personale percorso di vita. È sempre un atto di coraggio (e di responsabilità, laddove non è la vanità a guidare chi scrive), dare alla stampe i propri scritti, i frutti della più personale e intima vis creativa. Si tratta, però, come in questo caso, di frutti maturi di una donna matura, a lungo meditati ed elaborati con quella sapienza antica che, sola, può derivare da una vita tanto densa e ricca come quella vissuta (e inevitabilmente anche sofferta) dall’autrice. I versi, cadenzati secondo uno schema preciso (a rime baciate e alternate che rivelano anche un particolare innato senso di musicalità e armonia), si assimilano così alle pennellate di un pittore che con le loro sfumature, i chiaroscuri, disvelano il mondo e la realtà nella loro essenza e più intima identità. Il respiro di una vita, con le sue ansie, le preoccupazioni, le gioie e i dolori, prende corpo con apparente leggerezza e con la semplicità e l’umiltà che, sole, derivano da un cuore grande e generoso. È proprio la voce del cuore a parlare… La campagna è incanto / e io con gioia canto, / nel silenzio profondo / sono lontano dal mondo, / dall’inutile vociare / senza nulla desiare. /… ed una serenità matura e, appunto, sapiente ispira i versi di Maria Capizzi che nella Natura (sempre Madre e sempre benigna) trova conforto e pace. Un’apparente semplicità che (come nel richiamo alla Natura e ai suoi ritmi) nella limpidezza delle visioni… Gli spazi sconfinati del cielo, / il blu della notte punteggiato di stelle, /… è in realtà la metafora di una visione e di un sentire che vanno ben al di là dell’udibile e del percettibile. C’è cioè nella contrapposizione di un mondo fondato su sani principi, ancora puro, semplice e incontaminato (di cui la Natura è il fedele specchio riflesso) la consapevolezza di un’ineluttabile secolarizzazione della vita dell’Uomo sempre più in difficoltà (ed ecco la metafora del mare tempestoso) e sempre più smarrito tra titoli malefici, imbrogli per cui L’uomo rimane nel buio. / Chiuso nel suo grosso io, / la luce vera non vede, / perché più non crede. /… Ma tra luci colorate che non rischiarano le tenebre ecco l’incanto dell’Epifania, che dà un senso a questo cercare lungo e crescente che è poi in fondo la nostra vita, rivelatrice della Parola della Scrittura, / che al Dio uomo conduce, / ch’è potente e non seduce, / è il Verbo incarnato, / il Dio che ci ha amato / da sempre ci attende, / dona e nulla prende.

SPAZI ALL’ARTE”, NUOVI APPUNTAMENTI (di Letizia De Rosa)

Il secondo appuntamento di Arte in Enoteca, manifestazione artistica a cura dell’Associazione CulturaleLOGO SPAZI ALL'ARTE Spazi all’Arte, ha ospitato le opere di tre artisti operanti sul territorio del XIII Municipio, Aida Loreti, Leo Sauro e Daniela Taliana. La pittrice Aida Loreti ha presentato opere eseguite in acrilico ed ispirate a tematiche figurative ed astratte che non trascurano riferimenti al concettualismo pittorico, rivelando la versatilità di questa artista, fresca e curiosa sperimentatrice nonché audace ed originale compositrice di accostamenti tematici inconsueti, che richiamano alla memoria una sorta di primitivismo creativo e poetico. I colori sono spesso primari, decisi, esplosivi, il tratto pittorico definito, strutturale, la pennellata essenziale e sintetica. Leo Sauro è amante ed attento conoscitore della madre terra e dell’intero universo umano che rappresenta con incredibile efficacia su tele lavorate ad olio, acrilico e morbido pastello, dipingendo figure che spaziano dall’esotismo amerindo alla concretezza africana e che finiscono per divenire emblemi di una realtà diversa dalla nostra, affascinante e alternativa. I soggetti, semplici e realistici, cromaticamente vigorosi, descritti con abile cura e amore per i particolari, offrono possibili percorsi comunicativi con altre realtà umane e aprono dialoghi con mondi solo apparentemente lontani. Poetessa del disegno e della parola l’artista Daniela Taliana rivela una sensibilità non comune nel raffigurare ambienti e figure semplici, tratteggiate ed espresse nella consuetudine di attività e situazioni reali fermate nel tempo e nello spazio. Gli acquerelli esposti presentano un racconto centrale, dai colori vivaci e brillanti, che emerge su un fondo quasi sempre monocromatico, ben disegnato e dalle atmosfere garbate e serene, che rivelano una personale elaborazione della tecnica pittorica ed un equilibrio interiore coinvolgente e contagioso. Pregevoli e delicati anche i disegni a matita, accompagnati dai versi dell’artista.

8 MARZO, IN SCENA IL “TEATRO NUDO” (di Letizia De Rosa)

Venerdì 8 marzo 2013, alle 11, presso il teatro Santa Monica di Ostia, la compagnia Ariadne prosegue la rassegna Teatro Nudo, mettendo in scena IL POEMA SENZA EROE, spettacolo composito di teatro, musica e poesia che prevede la lettura di versi delle poetesse Alda Merini e Nelly Sachs, di brani della scrittrice Dacia Maraini, di monologhi tratti da autori quali J. Anouilh e L. Levi, e l’ascolto di pezzi musicali intervallati dalla visione di immagini. Si tratta di un viaggio artistico denso di significati e di momenti di riflessione, finalizzati a sensibilizzare il pubblico a comprendere fenomeni attuali e creare uno spazio in cui dare voce, memoria e giustizia alle donne che subiscono violenza, ieri come oggi. Questo evento ritrae ed esprime donne che inaugurano o entrano a far parte di un’epica al femminile aliena e alternativa a quella tradizionale del nostro immaginario collettivo e letterario, un’epica inoltre che parla una lingua popolare, riconoscibile e comprensibile, particolare ed universale. Immediatezza, vitalità, eliminazione dello spazio artistico consueto, connubio tra diverse discipline artistiche sono solo alcuni degli ingredienti di questo evento che si propone come un modo anticonvenzionale di cantare e sublimare l’universo femminile in una giornata dedicata in modo troppo spesso strumentale e superficiale.

Logo Ascom

PRISMA

Newsletter settimanale di cultura, spettacolo e voglia di vivere (meglio)

Direttore: Gianni Maritati

In redazione: Chiara Ferraro, Riccardo Troiani, Sandro Capodiferro, Aurelio Tumino, Letizia De Rosa, Ruggero Pianigiani

Collaboratori: Luca Carbonara, Diletta Labella, Gabriella Lepre, Nunziante Valoroso

bccroma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...