PRISMA di Gianni Maritati

Cultura, spettacolo e voglia di vivere (meglio)

L’ANGELO DELLA VITA ACCANTO

Quando Lucio Dalla ci lasciò, il primo marzo scorso, in tanti ricordarono il suo modo di concepire la vita e la morte. Per lui, la vita e la morte sono il “primo” e il “secondo tempo” dello stesso grande mistero che ci porta prima a camminare e a respirare su un piccolo pianeta dell’universo e poi a condividere un Aldilà tutto da scoprire… Le riflessioni del cantautore sono contenute in un bellissimo libro, curato dalla giornalista Patrizia Ruscio, dal titolo “Quella volta un angelo. Incontri che cambiano la vita” (Paoline). Il filo conduttore è molto suggestivo: personaggi noti o comunque ricchi di una grande esperienza umana raccontano fatti e persone che hanno inciso profondamente sulla loro vita, avuto un ruolo da “angeli custodi” nel loro percorso esistenziale. Fra i venti intervistati, spiccano nomi come Alessio Boni, Carla Fracci, Rosario Carello, Ennio Morricone, Alessia Filippi e don Antonio Mazzi. Ma, al di là della notorietà del personaggio, sono tutte testimonianze di alto profilo. A cominciare da quella di Lucio Dalla, naturalmente, che inizia così: “C’è un chiaro segnale della presenza di Dio in tutte le cose”. Un avvio folgorante, una testimonianza luminosa e quasi “insospettabile” per chi non guarda ai personaggi famosi andando oltre a quella che è o che è stata la loro immagine pubblica. 

Ho avuto il piacere di “conoscere” questo libro denso e importante prima che nascesse, grazie alla stessa Patrizia Ruscio, nel periodo di preparazione e raccolta delle interviste. Il risultato supera le mie aspettative: non è l’elenco di venti compiaciuti e narcisistici monologhi da parte di una manciata di cosiddetti vip, ma uno spaccato del nostro vivere colto da un’angolazione originale, ricca di sogni, valori e autenticità umana. Ultima annotazione importante: la metà dei diritti d’autore di questo volume sarà devoluto alla Casa di accoglienza per bambini abbandonati e in difficoltà “Hogar Sagrado Corazòn” in Bolivia. Della serie: anche un libro può diventare un piccolo angelo di carta per chi, dalla vita, ha ricevuto molto meno rispetto a noi…

EXP’OSTIA, UN PICCOLO “VITTORIANO” IN RIVA AL MARE

La nascita di uno spazio dedicato all’arte e alla cultura è sempre una buona notizia. Per questo salutiamo con emozione e interesse la nascita dell’Exdepo’, l’ex-deposito dell’Atac ad Ostia Lido trasformato dopo anni di lavori in un grande polo espositivo (Corso Duca di Genova, 22).
L’inaugurazione ufficiale è avvenuta il 27 ottobre scorso con una mostra dedicata ai “Mosaici Romani”, presenti il sindaco di Roma Alemanno, l’assessore Bordoni, il presidente del XIII Municipio capitolino Vizzani, insieme a centinaia di cittadini. La mostra, aperta fino al 13 gennaio 2013 con ingresso gratuito nello spazio espositivo Exp’Ostia di questo nuovo polo culturale, rende omaggio alla grande storia di Roma: una trentina di mosaici, recentemente restaurati, che vanno dall’epoca repubblicana alla tarda età imperiale. Non solo. Invita gli amanti dell’arte e della cultura a continuare la visita nella vicina Ostia Antica con i suoi magnifici Scavi archeologici e, soprattutto, “lancia” l’Exdepo’ nel ruolo di piccolo “Vittoriano” in riva al mare di Roma. L’auspicio è che questo nuovo spazio polivalente faccia da traino alla vita culturale di Ostia e di tutto il Litorale Romano, diventando un importante centro di dialogo e di incontro. L’organizzazione e i servizi museali sono forniti da Zètema Progetto Cultura. Orario di aperura: tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9 alle 21. Per altre informazioni: www.expostia.it.

ESSERE ATTORI”: ALLA RISCOPERTA DEL TEATRO

”Cultura e dintorni”, benemerita rivista bimestrale, amplia il proprio orizzonte diventando anche casa editrice. Ed è proprio per i tipi di “Cultura e dintorni Editore” che esce il libro di Sandro Torella, attore, regista e direttore artistico del Teatro Duse di Roma nonché direttore di corsi di recitazione. Il titolo è “Essere attori” (accompagnato da un dvd). Per l’autore, il teatro deve essere uno scambio di energia e di significati fra attori e pubblico. Quella dell’attore non è un’esibizione, ma un dono totale di sé al pubblico, che stabilisce un cortocircuito tra finzione scenica e verità interiore. “Essere attori” non è il consueto manuale di tecnica, ma una coraggiosa riflessione/dialogo sul valore culturale e civile del teatro oggi, arte della condivisione e della partecipazione in una società disorientata come la nostra. L’autore ci ricorda con forza che l’amore per il teatro è una battaglia di civiltà, un motivo di speranza, un orizzonte di inclusione sociale. Per informazioni: www.sandrotorella.it e http://essereattori.it.

LA PERSUASIONE COMMERCIALE: COME DIRE DI NO! (di Aurelio Tumino)

Innanzitutto fate attenzione ai segnali che arrivano dalla vostra pancia. Quella strana stretta che vi prende dalla pancia fino alla bocca dello stomaco sempre più forte mano a mano che cascate nella trappola. È un avvertimento chiaro che vi dà la misura di quanto state sprofondando nella trappola. Alle volte il segnale emotivo dalla pancia può arrivare una frazione di secondo prima che accettiate. Potete imparare a sentire il segnale molto prima che vi troviate a un passo dall’accettare.

Ricordate che se non volete qualcosa potete rifiutare anche all’ultimo momento senza preoccuparvi della figura o di apparire incoerenti. È vostro diritto recedere o ripensarci anche all’ultimo momento. Un contrattacco efficace è spiegare che avete capito il trucco, che non vi sentite in colpa, né incoerenti, né insensibili. E non importa che molti altri abbiano già aderito, voi pensate a ciò che serve a voi, anche perchè non conoscete questi altri, né per quale motivo abbiano accettato. Spesso una tecnica di vendita consiste nel dire:

“Sapesse quanti ne abbiamo venduti. Li comprano tutti”.
“Bisogna sempre averlo a portata di mano”.
“È una cosa che torna sempre utile, in qualunque momento”.
“Chiunque sarebbe d’accordo”.
“Non se ne può mai fare a meno”.
“Non c’è niente di meglio”.
“Nessuno è mai rimasto insoddisfatto”.


E qui attenzione ai quantificatori universali come:
tutti / tutto, chiunque / qualunque / nessuno, sempre / mai, niente, etc.

Questi “generalizzatori” sono accettabili in una normale conversazione per abbreviare e semplificare il discorso, ma sono privi di senso in dialoghi che richiedono specificazione. Potete porre la domanda:
“Chi sono tutti?”
“Su questo pianeta siamo miliardi, tutti i miliardi hanno aderito?”
“Come lo sa?”
“Il niente non esiste neanche nello spazio interstellare profondo”.

L’effetto sul vostro interlocutore è sconcertante perché togliete forza all’argomento persuasivo. Un meccanismo difensivo interno facile da far scattare è la diffidenza. Chiedetevi: “Cosa mi sfugge?”, “Cosa non mi viene detto?”. Se non vi sentite tranquilli potete dire che da quel momento in poi qualunque cosa vi verrà detta continuerete a restare della vostra idea: “Non sono interessato e non voglio spendere dei soldi per qualcosa che non mi serve”. Attenti ai complimenti. Sapere che una persona prova per noi simpatia, ammirazione, stima, può essere uno stimolo così forte da indurre da parte nostra simpatia e acquiescenza come contraccambio. Così sotto forma di scoperta adulazione o sotto forma di semplici apprezzamenti positivi capita di sentire complimenti da gente che vuole qualcosa da noi. Spesso siamo indifesi di fronte agli apprezzamenti positivi. Chiedetevi: “Cosa vuole da me?”,
“Il complimento è veritiero?”. Se lo è o non lo è: “Cosa ne ricava dal farmi il complimento?”.
Insomma se la persona che vi ha fatto il complimento comincia a piacervi più di quanto si sarebbe potuto prevedere allora state sentendo l’effetto. Concentratevi sull’effetto e chiedetevi perchè quella persona vi piace pù di quello che credevate all’inizio. Attenti al segnale dell’eccitazione dalla pancia: è segno che vi state emozionando e che potreste divenire più influenzabili. Col sopravvento delle reazioni emotive la razionalità cede terreno e diventa difficile mantenere un atteggimento calmo e distaccato. Mentalmente separate la persona da quello che vuole vendervi così da poter valutare quello che effettivamente comprate e non associarlo alla persona. Attenti alla tattica dell’argomentazione contraria ai propri interessi per suscitare simpatia: “lo dico contro il mio interesse”. Il tentativo è di dimostrare con quell’argomento di avere a cuore l’interesse del cliente anteponendolo al proprio. Prendetevi tempo per
riflettere, non assumete nessun impegno. Il giorno dopo sarete in grado di valutare meglio la proposta dopo l’affievolimento dell’emozione.

ECCO LE ADESIONI GIUNTE FINORA ALLA CAMPAGNA “CHI DONA UN LIBRO, DONA UN TESORO”:

  • EDIZIONI CITTA’ NUOVA
  • EDIZIONI PIEMME
  • EDIZIONI SAN PAOLO
  • EDIZIONI ZANICHELLI
  • PARROCCHIA S.MONICA – OSTIA (ROMA)
  • MARIATERESA CIMINO
  • GIORGIO MARITATI
  • VINCENZO MOLLICA
  • MARIO ROSATI

Per le nuove adesioni, scrivere a g.maritati@tiscali.it; tutti coloro che aderiscono, verranno pubblicamente ringraziati durante la prossima “Festa del libro e della lettura di Ostia” che si svolgerà l’1 e 2 dicembre nel Salone-Teatro della Parrocchia di S.Monica ad Ostia Lido.

SERVIZI EDITORIALI PER SOSTENERE LA “CLEMENTE RIVA” DI OSTIA

Narratori, poeti, giornalisti, blogger: chiunque abbia familiarità, passione e interesse per la scrittura e l’editoria, può rivolgersi all’Associazione culturale “Clemente Riva” di Ostia per chiedere consulenze, supervisioni, lavori di editing, prefazioni, recensioni, contatti con la stampa e presentazioni di libri. A chi usufruisce di questi servizi si chiede un’offerta libera da donare all’Associazione stessa per sostenere le sue attività in favore della promozione culturale e della circolazione dei libri.

Per informazioni e contatti: assclementeriva@gmail.com, g.maritati@tiscali.it.

Ricordiamo inoltre la “Festa del libro Online” disponibile su Facebook con tanti libri di tutti i generi a disposizione come sempre ad offerta libera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...