PRISMA di Gianni Maritati

Cultura, spettacolo e voglia di vivere (meglio)

QUEL SOTTILE DISAGIO DELLA “PAROLACCIA PASSIVA”

Dopo il famoso Sessantotto, le cosiddette “parolacce” sono state sdoganate: usarle normalmente non fa più scandalo, anzi è segno di libertà espressiva. O almeno così dicono… Francamente, non amo l’uso “normale” delle parolacce. Non per ipocrisia, ma perché secondo me la parolaccia va usata – se proprio è necessario – nel contesto e nel momento “giusto”. Come dire, quando lo richiedono l’ira o l’ironia: nei momenti di forte rabbia o per ottenere un simpatico effetto comico. E poi non le uso, normalmente, per cercare di non offendere mai nessuno e perché amo troppo la lingua italiana per limitarmi ad esprimere il mio pensiero con le stesse venti o trenta parole. Ultima ma non meno importante ragione: sono allergico al conformismo sociale.

Ma poi sorge un problema. Quando sono con gli altri, in tantissime occasioni mi vedo esposto alla “parolaccia passiva”. Non è certo una situazione grave quanto quella del fumo passivo, che mette in pericolo addirittura la salute, ma un po’ di disagio, lo provo. Tanti, più o meno, usano quel linguaggio scurrile e non si pongono quasi mai il “problema” di avere a che fare con chi non ama dire tre parolacce ogni due parole. Anzi, sono io che “odoro” di vecchio, che mi ostino ad esprimermi con un linguaggio da Libro Cuore. Mi sento solo ed emarginato, ma mi faccio forza e non lo do a vedere. Non “risolvo” nulla, ma almeno provo la spinta a non giudicare mai gli altri e a guardare dentro me stesso, dentro i miei (non pochissimi) difetti che gli altri sono costretti a sopportare da me e che devo correggere.

10.000 AC”, CINEMA FORMATO SPETTACOLO

Nella “Heroes Collection” la Warner Home Video pubblica in blu-ray il film epico di Roland Emmerich uscito nelle sale nel 2008. S’intitola “10.000 AC” (10.000 avanti Cristo) e ci fa risalire alle origini della civiltà umana, resa in chiave spettacolare grazie all’impiego degli effetti digitali. Racconta la storia d’amore fra il giovane cacciatore D’Leh e la bellissima orfana Evolet, giunta al villaggio del protagonista fin da piccola, accompagnata da una misteriosa profezia. Quando Evolet viene rapita da un gruppo di predatori e mercanti di schiavi, D’Leh deve compiere un lungo viaggio e affrontare ostacoli e prove di ogni tipo per trovarla e salvarla: sarà l’impresa che lo porterà alla conquista non solo dell’amore, ma soprattutto di se stesso. In un orizzonte più vasto, questo fantastorico “viaggio dell’eroe”, luogo-simbolo di tanta letteratura, diventa anche l’affermazione del coraggio sulla paura e della ragione sulla superstizione. Emmerich è il regista di film di successo come “Independence Day” e “L’alba del giorno dopo”.

LE “STORIE LONTANE” MA COSI’ VICINE DI MIRKO POLISANO

Il giornalista Mirko Polisano continua a presentare con successo in tutta Italia le sue “Storie lontane. Racconti di vita in Afghanistan”. Un libro emozionante e avvincente per la sua carica umana e per la testimonianza e lezione di vita che trasmette. Ecco come l’autore ci propone questestorie lontane:Per chi fa il mio lavoro, le frontiere non sono soltanto quelle fisiche. Quelle che delimitano il confine, quelle che circoscrivono un territorio. Ci sono anche quelle della comunicazione, che cambia secondo i tempi. Nuove frontiere, che ti permettono di accorciare le distanze, specie se i posti che giri sono lontani, e non solo sulla cartina geografica. Sono lontani per mentalità, tradizioni, usi e costumi e allora non deve mancare l’entusiasmo per raccontarli agli altri, per condividere con chi ti ascolta la bellezza della diversità… Queste pagine rappresentano un ‘diario dei giorni nostri’. Dove trovi appunti, spunti di riflessione e storie. Che arrivano dagli angoli più difficili di una terra arida di sentimenti. Ma non manca chi semina e i figli che nasceranno saranno i più bei frutti da raccogliere”. Per info: www.dpcsnc.it.

50 CANDELINE PER LE GARZANTINE

Le care vecchie enciclopedie di carta non passano mai di moda, specie quelle monovolume come le gloriose Garzantine, enciclopedie tematiche che da mezzo secolo (la prima uscì infatti nel 1962) accompagnano il mondo della scuola, della cultura e del giornalismo. Per non parlare dell’”Universale”, capostipite di questi classici della divulgazione, che nell’ultima edizione raccoglie lo scibile umano in quasi 2.000 pagine e con una grafica e un corredo iconografico e fotografico quanto mai gradevoli. Fra i “contenuti speciali”, una sintesi di grammatica italiana, la cronologia storica e 2.700 titoli della cultura mondiale (dai libri ai film, dalle opere liriche ai testi scientifici). L’Universale abbraccia con sicurezza anche le nuove tecnologie: è disponibile infatti anche per Iphone, Ipod e Ipad. Per informazioni: www.garzanti.it.

UNA POESIA D’AMORE PER L’ALZHEIMER”

Si svolgerà sabato 25 febbraio alle 18.15, nel Salone Riario di Ostia Antica, l’evento culturale “Una poesia d’Amore per l’Alzheimer”. Organizzato dall’Associazione Amici Alzheimer, vedrà la partecipazione di Antonio Di Giovanni che presenterà il suo libro “Delirio D’Amore”. I proventi raccolti verranno utilizzati dall’Associazione per sostenere le proprie attività. Ingresso libero. Per info: 06/98382257 – 338/6572803, associazioneamicialzheimer@gmail.com.

SERVIZI EDITORIALI PER SOSTENERE LA “CLEMENTE RIVA”

Narratori, poeti, giornalisti, blogger: chiunque abbia familiarità o interesse per la scrittura e l’editoria, può rivolgersi all’Associazione culturale “Clemente Riva” di Ostia per chiedere consulenze, supervisioni, lavori di editing, prefazioni, recensioni, contatti con la stampa e presentazioni di libri. A chi ne usufruisce, si chiede un’offerta libera da donare all’Associazione stessa per sostenere le sue attività in favore della promozione culturale e della circolazione dei libri. Per informazioni: g.maritati@tiscali.it.

LA FESTA DEL LIBRO DI OSTIA E’ “ONLINE”!

VENITE A TROVARCI SULLA PAGINA FACEBOOK “FESTA DEL LIBRO ONLINE” E POTRETE AVERE DIRETTAMENTE A CASA I NOSTRI LIBRI COME SEMPRE AD OFFERTA LIBERA! TUTTO L’ANNO!! CLICCATE SU FB: “Festa del libro Online”!!!!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...