PRISMA

Cultura, spettacolo e voglia di vivere (meglio)

ARRIETTY”, LO STUPORE DEI PICCOLI

E’ uscito nelle nostre sale il film d’animazione “Arrietty. Il mondo segreto sotto il pavimento”, nuovo appuntamento con l’ispirazione magica e poetica di Hayao Miyazachi, maestro assoluto del cinema giapponese, e del suo leggendario Studio Ghibli (fra i suoi capolavori: “La città incantata”, “Ponyo sulla scogliera” e “Il castello errante di Howl”). Racconta la storia dell’amicizia fra una ragazza di 14 anni, alta però appena dieci centimetri, e un ragazzo di 12, Sho. Si ispira al libro di Mary Norton pubblicato in Italia da Salani con il titolo “Sotto il pavimento. La prima avventura degli Sgraffìgnoli”. Con la sua famiglia in miniatura che vive sotto il pavimento di una grande casa alla periferia di Tokyo, Arrietty appartiene ad un mondo parallelo che vive “sgraffignolando”, appunto, in piccolissime quantità, cibo e altri oggetti e strumenti essenziali per la vita quotidiana ai padroni di casa. I quali non si accorgono di nulla. Finché Sho, che deve subire un delicato intervento al cuore, avverte la presenza di Arrietty e fra i due nasce un rapporto molto speciale… “Arrietty” è un film davvero emozionante e fiabesco, un gioiello dell’animazione per temi e per tecnica. Colpisce soprattutto il suo sguardo rivolto verso un mondo minuscolo che vive con poco “alle spalle” degli esseri umani “normali”: un duplice richiamo metaforico alla distanza sociale (odiosa e inaccettabile) fra ricchi e poveri, e allo stupore dell’esistenza, che ci fa sentire creature fragili in una realtà tanto più grande di noi. Non solo. La favola di Arrietty fa pensare ad altri argomenti cruciali del nostro tempo, come il rispetto per le minoranze, i valori della convivenza e dell’ospitalità, la lotta contro il consumismo.

Un film dai personaggi indimenticabili, con uno sviluppo narrativo delicato e meraviglioso, che rievoca un mondo simile a quello dei Puffi o dei Lillipuziani ma con un accento in più di poesia e di profonda umanità.

DIETRO LE APPARENZE”, L’AMORE SECONDO GIORGIA

E’ il disco che ha segnato il ritorno di Giorgia, neomamma e neo quarantenne, con la sua voce virtuosa e le sue gradevoli sonorità. In equilibrio fra tradizione e sperimentazione, le musiche attraversano con disinvoltura generi diversi, ma anche i testi si fanno apprezzare: complessivamente, raccontano la forza dei sentimenti, quell’energia vitale, interiore, che scavalca le apparenze ed entra nel regno della verità, dell’autenticità, della sincerità. Giorgia percorre in lungo e in largo il mistero dell’amore come “strada contorta” e “gioco di seduzione”, che nel dolore o nella felicità ti forma, ti crea, ti può anche far soffrire, ma comunque ti incolla al mistero della vita. Testi semplici per parlare di esperienze profonde, per seguire l’inseguibile “rotta dell’amore”, che – canta Giorgia – “è sempre imprevedibile”…

L’OROLOGIO PARALLELO”: PRESENTAZIONE DOMENICA 23 OTTOBRE, ALLE ORE 16, SUL LUNGOMARE DI OSTIA

Nuovo appuntamento con “L’Orologio Parallelo”, la raccolta di racconti pubblicata da Linee Infinite Edizioni. Il libro verrà presentato domenica prossima, 23 ottobre, alle ore 16, nell’ambito della manifestazione “Mare in vista”, che si svolge tutte le domeniche fino a novembre sul lungomare di Ostia Lido: un chilometro di isola pedonale da piazzale Scipione l’Africano al Porto di Roma. Saranno presenti gli autori: Monica Baldacchino, Cinzia Baldini e Michele Gentile. Modera Gianni Maritati. Per altre informazioni: www.lineeinfinite.net. Ricordiamo che il libro è introdotto da una prefazione di Vincenzo Mollica nella quale lo storico giornalista e inviato del Tg1 svela una poesia inedita di Alda Merini. Ve la proponiamo:

Ogni poeta

laverà nella notte

il suo pensiero

ne farà tante lettere

imprecise

che spedirà all’amato

senza un nome.

1) FESTA DEL LIBRO DI OSTIA: ECCOCI ANCHE ON LINE!!!!

La Festa del libro e della lettura di Ostia “sbarca” in Rete. Basta cercare su Facebook “Festa del libro Online” e si arriva ad una pagina, curata da Silvia Tangredi, che propone la scelta fra le migliaia di libri che “affollano” il magazzino della Festa stessa: dalla narrativa alla saggistica, dalla storia alla fantascienza. Come sempre i libri sono disponibili ad offerta libera (con qualche “consiglio”) più l’omaggio della penna dell’Associazione “Clemente Riva”, promotrice della Festa, ai primi 50 che si faranno avanti. E’ un modo per allargare i confini della Festa del libro di Ostia che, com’è noto, si alimenta grazie alle libere donazioni degli editori e dei lettori. Un modo per rimettere ancora di più in circolo quei libri che chiamiamo “svenuti”: destinati al macero dalle case editrici perché rimasti invenduti oppure lasciati al loro destino, ignorati e impolverati, nelle nostre case. Speriamo che l’iniziativa riscuota successo, per sostenere il valore sociale della lettura e la circolazione della cultura e delle idee. Ecco l’indirizzo: http://www.facebook.com/profile.php?id=100001934863854#!/pages/Festa-del-libro-Online/280227601997888.

2) FESTA DEL LIBRO DI OSTIA: GRAZIE DI CUORE ALLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO

Ringraziamo profondamente l’Agenzia di Ostia Lido della Bcc, la Banca di credito cooperativo (via Corrado del Greco, 78) e al suo Direttore Andrea Bellucci, per il sostegno che dà come sponsor all’Associazione culturale “Clemente Riva”, in linea con la sua “filosofia” di istituto attento alla realtà e alle esigenze locali. Ricordiamo il Codice Iban per le donazioni alla “Riva”: IT 10 N 08327 03231 000000006461. Grazie di cuore a tutti quanti vorranno contribuire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...