PRISMA

Cultura, spettacolo e voglia di vivere (meglio)

EMILIO SALGARI, TV DI CARTA DEI NOSTRI NONNI

In questo 2011 celebriamo il centenario della morte di Emilio Salgari, il “Verne italiano”, uno scrittore che almeno fino agli anni Settanta, grazie all’enorme successo televisivo dello sceneggiato dedicato a Sandokan, è stato una “tappa obbligata” nei percorsi di lettura suggeriti ai ragazzi. Fra le tante iniziative legate al centenario, merita di essere segnalata la pubblicazione del volume “Tutte le avventure di Sandokan” nella prestigiosa collana I Mammut della Newton Compton: vi si trovano “i cicli completi della jungla e dei pirati della Malesia”. La cura è di Sergio Campailla, scrittore e saggista, già docente di Letteratura italiana all’Università Roma Tre, autore di libri importanti come i romanzi “La divina truffa” per Bompiani (intrigante rievocazione della figura del conte di Cagliostro) e “Il segreto di Nadia B” per Marsilio (centrato sulla storia della giovane ebrea russa che esercitò un’influenza fondamentale su Carlo Michelstaedter). Il prof. Campailla – ricordiamo – è anche presidente della Giuria del Premio Roma, dedicato alla narrativa e alla saggistica, che quest’anno giunge alla dodicesima edizione (per conoscere la sua ampia e meritoria attività culturale e divulgativa, si può consultare il sito www.sergiocampailla.com).

Con i suoi straordinari e sempre emozionanti racconti e romanzi, Emilio Salgari è stato la tv di carta dei nostri nonni. La sua narrativa fantasiosa e colorata li trasportava con l’immaginazione fra avventure esotiche, duelli all’ultimo sangue, amori impossibili e scenari da sogno. “Ci sono due verità su Emilio Salgari. Da una parte, – ci ricorda il prof. Campailla – è un nome rimosso, che non si incontra mai, o quasi mai, nelle storie letterarie ufficiali; dall’altra, è un nome conosciuto, indipendentemente dal livello di cultura e dalle fasce d’età dei lettori, un nome conosciuto e anzi popolare, che è entrato, come pochi altri, nell’immaginario collettivo. In alcune fasi, il salgarismo ha assunto le proporzioni di un fenomeno sociale: e ci sono stati cultori e collezionisti salgariani, come esiste una famiglia ideale di esteti stendhaliani. Con gli anni e con i decenni, la divaricazione si è fatta estrema, quasi che le due facce non appartenessero più alla stessa medaglia. In realtà, Salgari è un autore sommerso, che riaffiora da una generazione all’altra, dimostrando un’intatta vitalità; un clandestino a bordo, dimenticato nella lunga navigazione, che si riscopre a distanza nel suo ruolo di testimone alternativo”. Anche a noi, assediati da tv, computer e cellulari, piace ancora questo “testimone alternativo”, questo scrittore capace di infiammare l’immaginazione e regalarci viaggi meravigliosi e meravigliosi incontri.

MARIO ROSATI, ARTISTA A TUTTO CAMPO

Agli appassionati d’arte segnalo molto volentieri il sito di un grandissimo amico: www.mariorosati.com. Romano del 1936, ha conosciuto nel 1955 un giovane Pier Paolo Pasolini, che con i suoi romanzi e i suoi film avrebbe avuto grande influenza su di lui e sul suo percorso umano ed estetico. Pittore, scultore e scenografo, Rosati ha realizzato tante opere indimenticabili, in Italia e all’estero. Ma più di tutto, colpisce e conquista la sua umanità, il suo impegno sociale, il suo essere sempre attento alle nuove correnti culturali ma anche alle esigenze e alle idee degli altri. Fra le sue ultime opere, un quadro ispirato ai temi della raccolta di racconti “L’Orologio Parallelo”, svelato al pubblico il 16 aprile scorso nel Salone Riario di Ostia Antica, durante la presentazione ufficiale del libro patrocinata dal presidente della Pro Loco, Paolo Bondi. Mario Rosati ha interpretato in modo splendido e commovente il suo “sentimento del tempo”, tema conduttore del libro. Speriamo di poter offrire le riproduzioni dell’opera durante la prossima Festa del libro di Ostia che si svolgerà a fine maggio.

L’OROLOGIO PARALLELO” (LINEE INFINITE EDIZIONI, PAGINE 188, EURO 12) E’ DISPONIBILE IN TUTTE LE LIBRERIE, IN PARTICOLARE IN QUELLE FELTRINELLI, IN TUTTI I BOOKSHOP VIRTUALI E AD OSTIA LIDO PRESSO “MONDOLIBRI”, VIA DELLE GONDOLE 35, TEL. 065646426, email negozio.roma8@mondolibri.it. PER INFO: http://lorologioparallelo.blogolis.com.

MA IL DISCO E’ SEMPRE PIU’ BLU (di Nunziante Valoroso)

Il Re dei Re” (King of Kings, 1961), di Nicholas Ray, è appena uscito in blu ray disc, splendidamente restaurato in alta definizione, con una magnetica interpretazione di Jeffrey Hunter nel ruolo di Gesù, doppiato da Peppino Rinaldi, Siobhan McKenna nel ruolo della Madonna, doppiata da Lydia Simoneschi e Robert Ryan nel ruolo di Giovanni Battista con la voce di Emilio Cigoli. La versione italiana venne scritta da Diego Fabbri (ricordate il “Processo a Gesù”?). Il prologo è scritto in originale da Ray Bradbury e letto da Gino Cervi. Nicholas Ray propone una rilettura molto personale della storia del Cristo, non trascurando la situazione politica dell’epoca ed evitando, per quanto possibile, le trappole della facile agiografia. Prodotto da Samuel Bronston (lo stesso del celebre “El Cid” con Charlton Heston e Sophia Loren) e girato in uno spettacolare Super Technirama in 70mm e Technicolor, il film si avvale di una stupenda colonna sonora, opera dello specialista del genere Miklos Rozsa ed è uno dei migliori esempi del genere storico-religioso. Tra i contenuti speciali un dietro le quinte d’epoca, alcuni cinegiornali della “prima” e il trailer originale. Il Blu-Ray è distribuito dalla Warner Home Video.

SITI AMICI

* http://curiositadisney.iobloggo.com (a cura di Diletta Labella)

* http://romance-e-non-solo.blogspot.com (a cura di Silvia Arimi)

* http://www.quizeta.it (a cura di Franz Papasogli)

CALENDARIO

* 23 MAGGIO: III ediz. del “Premio Nanà – Nuovi scrittori per l’Europa”, promosso da Avagliano e Fermento, presso la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, via IV Novembre, 149 (ore 10-13)

* 28-29 MAGGIO: quinta edizione della “Festa del libro e della lettura di Ostia” presso S.Monica dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia e alla beatificazione di Giovanni Paolo II

* GIUGNO: cerimonia per l’intitolazione ufficiale del Parco “Clemente Riva” ad Ostia (via delle Baleniere, di fronte al civico 240, Comitato di quartiere Ostia Nord)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...