PRISMA

Cultura, spettacolo e voglia di vivere (meglio)

NOI CREDEVAMO” (E ANCORA CI CREDIAMO)

Regno delle Due Sicilie, pieno Ottocento, carcere duro per i rivoluzionari e i cospiratori… Immaginate la scena, se non
avete visto il film di Mario Martone, “Noi credevamo”, ora disponibile in dvd grazie a 01 Distribution. Il comandante delle truppe borboniche incaricate di sorvegliare, anzi di tormentare e vessare i detenuti politici, rivolge loro un “discorso”, inveendo contro quei libri che hanno “sconvolto” le loro “menti”: la lettura è una colpa, la cultura è un esercizio di libertà che deve essere severamente punito.

E’ solo uno dei tanti momenti forti di questo film che ha il coraggio di ricostruire il nostro Risorgimento mescolando ideali e contraddizioni, sacrifici e miseria morale. Il cammino verso l’Unità d’Italia è stato complesso, tortuoso e per certi aspetti discutibile. E’ fuori discussione invece la passione di quei tanti giovani che hanno scelto di morire per la patria affinché noi vivessimo per la patria, come ha detto Roberto Benigni all’ultimo Sanremo. Giovani che “credevano” e che interpellano oggi le nostre coscienze per continuare a “credere”: senza retorica, senza nazionalismi. La trama del racconto, che mescola realtà e finzione, si sviluppa attraverso le vicende di Domenico, Angelo e Salvatore, tre giovani meridionali affiliati alla Giovine Italia di Mazzini. Solo Domenico vedrà compiersi, finalmente, l’Unità d’Italia. Ma nei suoi occhi ormai anziani possiamo cogliere lo smarrimento di chi ha creduto in una utopia e ha pagato un prezzo troppo alto per vederla ora ridotta ad un intreccio di affari personali e interessi di classe. Al di là di qualche lentezza nel ritmo, “Noi credevamo” è un film-monumento, una scatola della memoria che ci invita alla riflessione: i padri della patria hanno “creduto”, adesso tocca a noi figli continuare a “crederci”. Per togliere dagli occhi di Domenico quell’atroce sospetto di inutilità di tante morte e di tanti sacrifici, e vivere ancora oggi per riempire di senso l’unità nazionale.

SEGNALAZIONI

* Per raccontare il Risorgimento ai bambini e ai ragazzi, nel 1961 (dunque per il centenario dell’Unità d’Italia) furono realizzati il film d’animazione “L’eroe dei due mondi” di Guido Manuli e il mediometraggio “La lunga calza verde” di Roberto Gavioli, ispirato ad un soggetto di Cesare Zavattini. Ora i due cartoons appaiono in un solo dvd pubblicato da Cinecittà Luce. Il primo film è la storia di un ragazzino che fa naufragio con la sua famiglia sull’isola di Caprera dove Garibaldi racconta la sua storia d’amore con Anita,le sue scelte ideali e le sue imprese militari, mentre il secondo rievoca l’epopea risorgimentale con un commento tutto musicale. Due cartoons ancora oggi emozionanti e istruttivi.

* S’intitola “Cattolici. Dal potere al silenzio” il libro-intervista (Edizioni San Paolo) che Pasquale Pellegrini ha realizzato con Beppe Del Colle, firma illustre di “Famiglia Cristiana” e di “Avvenire” nonché uno dei commentatori più attenti e ascoltati dell’attualità italiana e internazionale. Il saggio ricostruisce in modo competente e appassionato il ruolo dei cattolici nella società italiana, dal Risorgimento ad oggi. L’ispirazione di fondo è la necessità che i cattolici continuino a “contare” nell’Italia di oggi e di domani per farsi portavoce di valori non negoziabili.

* Gli appassionati di cartoons troveranno molto interessante e istruttivo il blog http://curiositadisney.iobloggo.com, moderato da Diletta Labella, giovane e competente fan del mondo Disney. Immagini e filmati, notizie curiose e bizzarre, articoli ben documentati e tanto altro si può trovare in questo blog che riserva sempre nuove sorprese. Spesso ci offre l’occasione di scoprire importanti film del passato, di conoscere gustosi retroscena dei cartoons della Disney, di immergerci in modo totale e gioioso nel mondo dell’immaginazione colorata.

PROSSIMI APPUNTAMENTI:

* 16 APRILE, alle 17, nel Salone Riario ad Ostia Antica, presentazione del libro “L’Orologio Parallelo” di Monica Baldacchino, Cinzia Baldini e Michele Gentile, da un’idea di Gianni Maritati (Linee Infinite Edizioni)

* 28-29 MAGGIO: quinta edizione della “Festa del libro e della letteratura di Ostia” presso S.Monica dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia

* GIUGNO: cerimonia per l’intitolazione ufficiale del Parco “Clemente Riva” ad Ostia (via delle Baleniere, Comitato di quartiere Ostia Nord)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...