PRISMa

Cultura, spettacolo e voglia di vivere (meglio)

PAROLE PER CAMBIARE

A volte le parole diventano “slogan”: indicano una strada da percorrere, un progetto da realizzare, un cambiamento che aspetta di essere vissuto. Pescando un po’ fra letture ed esperienze personali, eccone alcuni, di questi slogan, che possono farci da bussola. Gli amici di “Prisma” conoscono già la raccolta differenziata della memoria: il passato (la grande Storia ma anche la nostra piccola storia soggettiva) è un giardino da coltivare, dando ad ogni pianta e ad ogni fiore il posto giusto e il contenitore appropriato: la memoria irriga il futuro. Inoltre, la povertà della nostra comunicazione quotidiana ispira un torna a casa, lessico! E’ un’esigenza primaria quella di impadronirsi della lingua italiana, garanzia di qualunque processo di apprendimento e di socializzazione. Anche perché chi padroneggia la lingua può fare rete in una società invertebrata: unire le forze e i valori in una realtà che tende sempre a sfaldarsi sotto la spinta degli egoismi e degli interessi particolari. E ancora: la vita è un palinsesto (sono io che organizzo la mia libertà, che scelgo e decido quali “programmi” mandare sul “canale” della mia vita), non ho bisogno di Mogol (se la mia vita è una canzone, non mi lascio scrivere il testo da un altro), i versi ci fanno diversi (l’amore per la poesia ci aiuta a scolpire la nostra identità), la normalità è rivoluzione (solo chi vive il quotidiano, può incidere sul quotidiano), c’è anche Anita sul Gianicolo. Quest’ultimo slogan merita una spiegazione. Tutti conoscono il monumento equestre a Garibaldi, sul Gianicolo, appunto, ma pochi sanno che lì vicino c’è anche quello (con la tomba) della sua Anita. Come dire: non dimentichiamo mai il ruolo e la dignità delle donne; e non ricordiamoci solo dei protagonisti, di chi sta sotto la luce della Storia, perché la Storia spesso è fatta da chi si sacrifica nell’oscurità e nel silenzio. Infine, uno slogan-domanda: “born to run” o “born to read”? Siamo nati per correre (per avere sempre di più, per conquistare potere e successo) oppure per leggere? “Leggere” non solo libri e giornali (che fa benissimo perché così si esercita lo spirito critico), ma anche e soprattutto la realtà che ci circonda, capirla e, nei limiti delle nostre possibilità, cambiarla finalmente in meglio.

SEGNALAZIONI

* Compie dieci anni una delle più importanti vetrine dei nuovi talenti in campo cinematografico: “Filmare”, festival di cortometraggi organizzato presso la multisala “Cineland” di Ostia dall’Associazione culturale “Isabella Ossicini”. Per la consegna delle opere in concorso c’è tempo fino al 31 gennaio 2011. La giuria, quet’anno, è presieduta dal regista Alessandro D’Alatri, mentre la direzione artistica come sempre è affidata all’attrice e regista Donatella Zapelloni, molto apprezzata per il suo impegno socio-culturale. La partecipazione al festival è gratuita. Per informazioni e approfondimenti: 338.1091411, www.filmarefestival.it, info@filmarefestival.it.

* Nel sito della Commissione Europea (http://ec.europa.eu/index_it.htm) è disponibile il bando relativo alla quarta edizione del concorso “Viaggio in Europa 2011”, destinato agli studenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado. Lo segnaliamo ringraziando la dott.sa Alessandra Centis, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, che ha donato alla Festa del libro di Ostia 50 copie dell’antologia con temi, racconti e poesie dell’edizione 2010. Questo concorso è un’ottima occasione per “donare” idee ed esperienze.

* S’intitola semplicemente “Gesù” il libro che il religioso marista Giovanni Maria Bigotto dedica alla figura di Cristo (CSG Grafica di Guidonia). “Questo libro – racconta l’autore – nasce da Maria, come Gesù stesso. Questo mio sforzo per lodare Gesù, con la volontà di farlo conoscere e amare, lo rimetto nelle mani della Madonna. In questo clima materno certamente il figlio sarà ben accolto, meglio conosciuto, più amato; saremo come i pastori il giorno di Natale che partono in fretta per vedere il neonato e come i Magi che percorrono lunghe strade di ricerca per trovare Gesù nelle braccia di Maria”. I Fratelli Maristi sono una congregazione di religiosi educatori fondati da San Marcellino Champagnat in Francia nel 1817. Oggi sono 3.800, presenti in 79 paesi del mondo. Per altre informazioni: www.maristi.it.

APPELLO ALLA GENEROSITA’

Vi invitiamo a sostenere l’Associazione culturale “Clemente Riva” di Ostia, impegnata nella promozione della lettura e della cultura in tutto il Litorale romano. E’ una realtà di volontariato ancora giovane ma ricca di entusiasmo e di idee. In questo 2010 ha realizzato tre “Feste del libro e della lettura” presso la Parrocchia di S.Monica ad Ostia, raccogliendo circa 4.000 euro destinati a sostenere alcune realtà di volontariato locale: la Caritas di S.Monica, “Seconda Linea Missionaria”, “Ostia per l’Africa”, il Centro per la Vita di Ostia. Aiutateci a continuare questo straordinario progetto che mette insieme cultura e solidarietà. Contributi e donazioni (deducibili) possono essere versati presso il conto corrente: IT 10 N 08327 03231 000000006461 (Codice Iban). I benefattori saranno invitati presso la sede dell’associazione in via delle Baleniere ad Ostia per scegliere, in proporzione al contributo, 5, 10 o più libri in omaggio: a disposizione anche cd, dvd, ellepì, fumetti, giocattoli, più cappellini e magliette della Festa. Per accordi, mandare un’email a g.maritati@tiscali.it. Grazie!!!

Un altro grazie all’azienda MarVi, che si aggiunge come sponsor della Festa.

LUCA SERIANNI VICE-PRESIDENTE DELLA “DANTE ALIGHIERI”

Il linguista Luca Serianni, professore ordinario di Storia della lingua italiana all’Università “La Sapienza” di Roma, è stato nominato vice-presidente della Società Dante Alighieri che ha come scopo primario quello di “tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo”. Nato a Roma nel 1947, il prof. Serianni è socio dell’Accademia dei Lincei e dell’Accademia della Crusca. Con Maurizio Trifone è curatore del Vocabolario della lingua italiana Devoto-Oli e direttore delle riviste “Studi linguistici italiani” e “Studi di lessicografia italiana”. Fra le sue numerose pubblicazioni: “Un treno di sintomi. I medici e le parole” (Garzanti 2005), “Scritti sui banchi. L’italiano a scuola tra alunni e insegnanti” (Carocci 2009) e “L’ora d’italiano” (Laterza 2010). Quest’ultimo saggio è stato presentato, insieme all’autore, alla terza Festa del libro e della lettura di Ostia (21 novembre 2010). Per altre informazioni: www.ladante.it.

PRISMA” VA IN VACANZA. CI “RILEGGIAMO” DOPO LE FESTE. BUON NATALE E BUON ANNO A TUTTI I 252 ISCRITTI ALLA NEWSLETTER E A TUTTI COLORO CHE CI SEGUONO SU INTERNET!! 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...